I droni su Gatwick sono diventati un mistero

Adjust Comment Print

"Come parte delle indagini in corso sull'uso criminale dei droni che ha gravemente disturbato i voli in entrata e in uscita dall'aeroporto di Gatwick, la polizia del Sussex ha effettuato due arresti subito dopo le 22 del 21 dicembre", ha riferito il sovrintendente James Collis. Ma il suo datore di lavoro, John Allard, sostiene che all'ora incriminata stava lavorando. L'aeroporto ha dichiarato che la pista sarà aperta oggi con "l'obiettivo di eseguire il programma completo" di 757 voli che trasporteranno 124.484 passeggeri. I droni sarebbero stati lanciati da un'associazione ambientalista in segno di protesta contro l'inquinamento.

Intanto dopo tre giorni di caos che hanno causato la cancellazione di circa 1'000 i voli e disagi per 140'000 passeggeri il secondo scalo di Londra prova a tornare alla normalità.

Ulteriori dettagli non sono stati pubblicati, ma le forze dell'ordine stanno ancora pattugliando la pista e lo scalo ed invitano le persone a chiamarle qualora dovessero essere in possesso di altre informazioni. "La sicurezza è la nostra priorità, ringraziamo i passeggeri per la loro pazienza e continuiamo a lavorare per farli arrivare alla loro destinazione prima di Natale", ha assicurato il portavoce.

Si butta nel Tevere, si cercano le sue bambine di sei mesi
Gli investigatori sono sempre più certi che la donna abbia portato con sé le sue bimbe, gettandosi insieme a loro nel fiume. Intanto la Procura ha aperto un'inchiesta e si indaga per omicidio suicidio .

L'episodio di mercoledì notte ha riacceso le polemiche sull'uso spregiudicato dei droni nei cieli della capitale britannica. L'opposizione ha attaccato il governo Tory accusandolo di "aver perso così tanto tempo a prepararsi per un no deal sulla Brexit" che ha sottovalutato rischi ben noti dando prova di "grave incompetenza".

Una prova di dilettantismo a livello continentale, se non addirittura mondiale, che evidentemente ha fatto saltare i nervi a qualcuno, altrimenti non si spiegherebbe nemmeno l'imbarazzante arresto di una coppia che viveva vicino all'aeroporto, un tranquillo signore che di mestiere si occupa delle intelaiature delle finestre e che si è visto la polizia in casa a far domande assurde solo perché era appassionato di droni e di aeromodelli.

Comments