Black Mirror: Bandersnatch è il primo film interattivo di Netflix

Adjust Comment Print

Bandersnatch è un titolo che fa riferimento ad un videogioco molto vecchio, nello specifico un gioco del 1984; il videogioco in questione, non è stato mai rilasciato e la trama si potrebbe sviluppare su un giovane programmatore che vuole trasformare un romanzo in un videogioco. La serie tv di Charlie Brooker, dopo un paio di stagioni per certi versi più "tradizionali" prodotte dalla compagnia di Los Gatos, concretizza la sua vocazione di alfiere del futuro: l'unico nuovo episodio - intitolato "Bandersnatch" e della durata di novanta minuti - è il primo contenuto interattivo per adulti sulla piattaforma dopo un paio di esperimenti su contenuti per l'infanzia.

L'episodio pilota della serie, Bandersnatch, è ambientato negli anni Ottanta e affronta le vicende di un programmatore di videogiochi che punta ad annullare la scissione tra la sfera della vita digitale e quella reale. Se si sceglie di riavviare il film da capo, infatti, si perdono tutte le scelte fatte precedentemente. Questo non è un aspetto che Netflix approfondisce in questa fase, ma la clip sembra offrire qualche suggerimento quando scrive "Cambia la tua mente". Un video introduttivo, che precede l'inizio del film, spiega proprio che in alcuni momenti della storia lo spettatore/attore verrà messo di fronte a un bivio, e con il mouse o il telecomando dovrà decidere con quale opzione continuare. Tra gli interpreti ci sono Fionn Whitehead (Dunkirk), Will Poulter e Asim Chaudhry, mentre la regia è firmata da David Slade (Black Mirror, American Gods, Hannibal).

Walter Nudo risponde al "demente" di Francesco Facchinetti
Io gli dissi 'sono molto contento per te' e gli dissi che sarebbe stata una bella esperienza. Francesco Facchinetti ha offeso Walter Nudo , la gaffe in una Story di Instagram .

Come scrive Variety, per esattezza, Black Mirror: Bandersnatch ha un totale di cinque finali possibili, da raggiungere in un complesso e articolato modello di interazione composto da un trilione di svolte narrative e quindi possibilità.

Comments