Botta e risposta tra J-Ax e Salvini

Adjust Comment Print

Alessandro Aleotti, questo il vero nome del cantautore, spiegava che a Natale aveva chiesto per il figlio "oltre alla fattoria degli animali" un mondo "senza guerra e senza inquinamento".

Botta e risposta tra J-Ax e Matteo Salvini. "E senza Matteo Salvini", ha detto l'ex frontman degli Articolo 31 in una intervista al Corriere della Sera. L'esame, tuttavia, è stato pienamente superato dall'Amministrazione Comunale e da tutto lo staff dell'organizzazione: affluenza timida all'inizio, ma poi dalle 23.40 circa fino alla fine del concerto poco dopo l'1.00, l'ampia porzione di parcheggio dell'area di risulta è stata totalmente occupata dai circa 35 mila spettatori che hanno brindato all'arrivo del 2019 sulle note delle più famose canzoni di J Ax.

J-Ax non è l'unico a fare da opposizione, come dice lui stesso, al Ministro degli Interni italiano.

Francesco Chiofalo, quanti messaggi di incoraggiamento dai vip
A svelarlo è stato proprio il personal trainer , che su Instagram ha pubblicato gli screenshot della conversazione. Forse, il bello dei social è anche questo: riuscire a far sentire meno sola una persona in serie difficoltà.

Non si è fatta attendere la replica social di Matteo Salvini, sempre pronto a rispondere per le rime ai suoi "nemici" (soprattutto se rientranti nella categoria "artisti di sinistra"). "Gli mando un doppio bacione", ha postato su Facebook il leader leghista con tanto di emoticon. Il 2018 si era chiuso con il rapper che, parlando con il Corriere, si definiva "deluso da chi crea un allarme che non c'è, prendendo gli immigrati come capro espiatorio per qualsiasi cosa".

"Grazie per i baci, ma preferirei che restituissi i 49 milioni di euro che la Lega ha rubato agli italiani. Bacini spalmati di crema al cioccolato".

Comments