Saldi 2019, attenzione alle truffe: consigli utili per evitare fregature

Adjust Comment Print

Il 3 gennaio toccherà poi alla Valle D'Aosta, con le altre regioni italiane che vedranno arrivare i saldi da sabato 5.

Il 2019 è appena iniziato e gli appassionati dello shopping e del risparmio sono pronti ai tradizionali saldi invernali. Secondo quanto riferisce la Confcommercio, riguardereranno più di 15 milioni di famiglie, per un giro d'affari di 5,1 miliardi di euro. "In tale contesto - spiega Tanasi - i saldi di fine stagione appaiono inutili e obsoleti e andrebbero eliminati del tutto, per fare posto sia a iniziative come il Black Friday che registrano il grande favore dei consumatori, sia alla liberalizzazione degli sconti, lasciando agli esercenti la facoltà di scegliere quando e come scontare la propria merce".

Turiste scandinave decapitate in Marocco: arrestato anche un cittadino svizzero
Contattato dall'agenzia Keystone-ATS, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) non si è espresso. Sarebbero state violentate e poi decapitate.

- Pagamenti. Nei negozi che espongono in vetrina l'adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche durante i saldi invernali, senza oneri aggiuntivi. Sempre secondo l'associazione dei commercianti regionale a incidere sugli acquisti potrebbe esserci anche l'eccessivo proliferare delle promozioni più o meno corrette che ormai si avvicendano tutto l'anno. Alto l'interesse anche per i prodotti tessili e moda per la casa (9%) e per i capi come giubbotti e giacconi, ricercati dal 7% dei consumatori. "Prima la donna era il cliente più esigente in fatto di modelli e colori, anche nel periodo dei saldi, mentre l'uomo era più "basico": si affezionava ad un capo ed era capace di comprare solo quello in uno stock di colori diversi - racconta Grassini - adesso invece anche gli uomini sono molto attenti alle tendenze". Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto.

- Prova dei capi: non c'è l'obbligo. è rimesso alla discrezionalità del negoziante. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla "nuova".

Comments