Tutta Napoli canta Pino al Common Ground: domani sera tributo live

Adjust Comment Print

Quattro anni fa un terribile infarto ha stroncato il cantautore Pino Daniele a soli 59 anni, quel tragico 4 gennaio 2015, pochi giorni dopo i suoi ultimi concerti nella sua amata Napoli. Spesso la gente mi chiede come si fa a gestire un lutto, la risposta è: non si fa, si va avanti.

Tre foto intime, personali, autentiche: così Sara Daniele, figlia dell'indimenticabile Pino Daniele, ha deciso di ricordare suo papà con una dedica sincera e profonda sul suo profilo Instagram. Più cresco, e più realizzo e apprezzo l'uomo meraviglioso che sei stato sia come persona, che come padre.

Sono passati già quattro anni dalla morte di Pino Daniele. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ed io vado avanti a testa alta sempre, proprio come facevi tu.

Fca: +14% immatricolazioni in Usa a dicembre, record... -2
Quella che ci siamo lasciati alle spalle non è stata proprio una buona annata per il mercato dell'auto . La loro quota di mercato è così passata dal 5,6% al 7,2%.

Non c'è modo migliore di celebrare il ricordo di Pino Daniele che conoscerne la storia.

Con la regia di Drop e dell'Associazione Vivere Napoli, l'evento "Tutta Napoli canta Pino al Common Ground" farà rivivere i più grandi successi del cantautore napoletano insieme alla cover band Mascalzoni Latini. "Ti amo". I colleghi - da Jovanotti ad Antonello Venditti, da Giorgia ai Negroamaro - l'hanno ricordato lo scorso giugno, con un lunghissimo concerto collettivo di oltre cinque ore, nella sua Napoli. E in effetti la musica dell'Uomo in Blues non ha mai abbandonato la città che ha raccontato con la sua "Napul'è". Oggi non sono mancati i flash mob, sul lungomare e davanti la sua casa natale a Santa Chiara, nella strada vicina che oggi porta il suo nome.

A 4 anni dalla sua scomparsa, una lunga notte dedicata al cantautore partenopeo con i Vai Mò e l'interpretazione di Valentino Aquilano. Pianoforte, chitarra. 'Je sto vicino a te'.

Comments