Lazio-Novara, cori antisemiti e a sfondo razzista dalla curva biancoceleste

Adjust Comment Print

Allo stadio erano presenti 13 mila persone, i cori sono arrivati da un ristretto gruppo della curva.

"Faccio parte di quel 98% di quei spettatori che i cori non li ha sentiti".

Muriel conferma: "C'era la possibilità di andare al Milan"
E' da vedere se si tratta di una questione tattica di squadra o personale del giocatore. "Il paragone con Ronaldo mi rende orgoglioso, vuol dire che stai facendo bene".

Questo pomeriggio si è giocato il primo ottavo di finale della Coppa Italia 2018-2019: all'Olimpico di Roma la Lazio di Simone Inzaghi si è imposta per 4 a 1 sul Novara. Non metto in discussione né la buona fede né tantomeno l'udito di chi li ha ascoltati. "Viviamo in un ambiente particolare in cui le notizie possono girare in tutto il mondo e danneggiare l'immagine della società". Sto scherzando. Invito tutti a dare la giusta valutazione e considerazione a episodi che in casi normali sarebbero ignorati.

Lazio-Novara macchiata da cori antisemiti e di stampo razzista. "Se poi ci sono piccolissimi gruppi che possono approfittare della psicosi mediatica, in modo da sottoporsi all'attenzione generale, può essere che ci sia, ma non bisogna favorire questi tentativi al di fuori della loro reale identità". Ed ha aggiunto: "Nessuno ha mai detto che bisogna sospendere la partita, ma è previsto che ci sia un'interruzione temporanea e chiediamo quello nell'eventualità, speriamo di no, che si ripetano questi cori".

Comments