Meningite in Toscana, gravissima una ragazza di 25 anni

Adjust Comment Print

In coma da due giorni ma le sue condizioni sono stazionarie, la donna di 60 anni di origini romane colpita da meningite da meningococco ricoverata al reparto di rianimazione dell'ospedale dell'Aquila. La giovane, secondo le primissime informazioni, sarebbe già vaccinata.

Comunque, è scattata la profilassi del caso: medici ed operatori sanitari che sono stati in contatto con la 60enne ed i parenti hanno assunto la copertura medicinale di prevenzione.

Campania, da mezzanotte scatta allerta meteo: neve e freddo nelle seguenti zone
Stesse scene in molti comuni in alta quota come Sant'Angelo dei Lombardi, Guardia Lombardi e paesi vicini. La dama bianca è attesa fino a quota 400 metri, con accumuli poco significativi.

È il primo caso del 2019 e non è dato sapere se si può parlare di un riacutizzarsi dell'emergenza che ha colpito la Toscana nel 2018 e ancora di più nel 2017. L'inchiesta epidemiologica da parte del personale è tutt'ora in corso, comunica l'Azienda che sta provvedendo a chiamare direttamente i contatti stretti per i quali è opportuna la profilassi.

La tipizzazione eseguita dal laboratorio del Meyer, centro di riferimento regionale, ha dato esito positivo per il meningococco di tipo B per la ragazza. Il meningococco B è diverso dal più aggressivo meningococco C e quindi per il caso in questione, pur trattandosi di una meningite, si ha generalmente una prognosi migliore rispetto alla sepsi.

Comments