Torna C’è Posta Per Te, ecco gli ascolti della prima puntata

Adjust Comment Print

Il people show subirà un calo di ascolti?

Per poter partecipare a C'è posta per te si deve compilare il form con i dati richiesti sul sito www.mariadefilippi.mediaset.it/ce-posta-per-te e inviare semplicemente la richiesta. Per quanto riguarda la prima serata Mediaset, su Italia 1 Il film d'animazione Le 5 leggende ha registrato 1 milione 248 mila telespettatori, share 5,33%, mentre su Rete 4 Il film U.S. Marshals - Caccia senza tregua ha ottenuto 874 mila telespettatori con uno share del 4,25%. Per Maria De Filippi e Canale 5 boom di ascolti: 5,9 milioni di media spettatori pari al 29,8% di share, suddiviso in 22,8% e 5,5 milioni in prima serata, 30,4% e 4 milioni in seconda.

Come ogni anno, la signora di Canale 5 è a lavoro da mesi alla realizzazione della nuova edizione di C'è posta per te: un programma a cui è molto legata, ma che le porta via anche parecchio tempo ed energie.

Australian Open, bene gli italiani: avanti anche Nadal e Sharapova
Domani Federer scenderà in campo per la 20ma volta agli Aus Open, affrontando al primo turno l'uzbeko Denis Istomin . Il ranking mondiale pronostica di sì e, di conseguenza, anche il tabellone degli Australian Open , pubblicato ieri.

A narrare la loto triste e toccante storia, come sempre, la timoniera del programma Maria De Filippi.

La giovane protagonista della quarta storia ha ammesso: "era chiaro che ero malata, molte persone sono sparite e io mi sono rifugiata dietro la tastiera", grazie alla quale ha fatto un incontro inaspettato, straordinario.

Maria ha chiesto a Francesco di non ricadere più negli stessi sbagli e di non tradire più la moglie. "Ce la fai a dormire la notte?", ha detto Maria De Filippi cercando di farlo ragionare, ma lui non ha voluto saperne nulla, ammettendo di non provare alcun sentimento nei confronti di nessuna delle due. Sono stati eliminati tre allievi dalla Scuola: Giacomo Eva, Arianna e Mimmi hanno ceduto, dopo la sfida, il proprio banco agli sfidanti Alvise, Rafael e Vincenzo.

Comments