Napoli, respinto il ricorso per Koulibaly: niente Lazio

Adjust Comment Print

Niente da fare per Kalidou Koulibaly. Il difensore senegalese non potrà dunque partecipare alla prossima partita di Serie A al San Paolo contro la Lazio e tornerà a disposizione di Ancelotti a partire dalla 21esima giornata di campionato, quella che porterà gli azzurri nuovamente a San Siro per affrontare il Milan. Il giocatore era presente a roma, accompagnato dal legale del club Mattia Grassani e dal presidente Aurelio de Laurentiis.

"C'è assoluta delusione e un senso di profonda ingiustizia. Non è avvenuto e oggi siamo tutti più poveri ma al contempo ci sentiamo tutti un po' più Koulibaly".

Capello: "Comico lo scudetto 2006 all’Inter. Regole non rispettate"
Speriamo per il Milan che ritorni ad essere l'Higuain che tutti conosciamo. Una cosa ingiusta e non rispettosa dei tempi e delle regole.

Il calciatore si difenderà e cercherà di ridurre la squalifica patita dopo Inter-Napoli a causa di un applauso ironico all'arbitro, che non aveva sospeso il match né avvisato di questo pericolo a causa degli ululati razzisti rivolti al difensore senegalese. Dopo il danno della sconfitta e degli insulti, il Napoli esce quindi sconfitto un'altra volta dalla brutta serata di San Siro.

Le speranze però non si sono rivelate fondate, perché il ricorso presentato dal Napoli riguardo la squalifica di Koulibaly è stato infatti respinto, con conseguente conferma delle due giornate di squalifica, di cui una scontata già contro il Bologna. "A noi sembrava abbastanza probabile che il ricorso venisse accolto, avrebbe significato dare un segnale e dimostrare che il sistema vuole voltare pagina. Koulibaly domenica in tribuna e quei cori che lo hanno umiliato durante tutta la gara sono un ulteriore mortificazione per un giocatore che non si meritava tutto questo".

Comments