Dovizioso "Ducati lotterà per il titolo" - Ultima Ora

Adjust Comment Print

Il direttore generale di Ducati Corse ha invece sottolineato che "dobbiamo rimboccarci le maniche e fare ancora di più, portando in pista idee nuove ed evoluzioni efficaci sotto tutti gli aspetti".

Andrea Dovizioso (#04, Mission Winnow Ducati): "Il 2018 è stata una stagione molto positiva per me". Gigi Dall'Igna e Claudio Domenicali puntano forte sul forlivese, che si presenterà al via della stagione con alte aspettative dopo un 2017 ed un 2018 da vicecampione del mondo. In ogni caso, la stagione 2019 che scatterà il prossimo 10 marzo in Qatar, sarà "una nuova avventura" per la Ducati, la prima per la nuova coppia tutta italiana, con DesmoDovi pronto a far sognare i tifosi e Danilo Petrucci che non vede l'ora di farlo. Ottimismo anche dal diretto sportivo Paolo Ciabatti: "Abbiamo un team molto competitivo, due piloti veloci ma che amano collaborare, è la ricetta perfetta per vincere il campionato". "Mi ci sento molto bene con questa moto, penso che potrò veramente combattere per il campionato" - ha proseguito Dovizioso - "Ho un po' più di fiducia rispetto all'anno scorso, gli ultimi collaudi sono andati molto bene e a Sepang avremo una moto praticamente nuova". "L'anno scorso è stato un anno importante per Ducati in MotoGP, siamo cresciuti ulteriormente e i risultati si sono visti - ha esordito la 'mentè della casa di Borgo Panigale, Luigi Dall'Igna, con il Team Manager, Davide Tardozzi, durante la presentazione in diretta streaming su Sky -, perché siamo stati molto competitivi, riuscendo ad essere anche protagonisti su circuiti in cui storicamente eravamo stati in difficoltà". I test fatti fino ad ora non sono credibili, saranno le gare a svelare la reale situazione... Se Jorge mette in crisi Marquez tutto è veramente possibile.

Formula 1, Niki Lauda dimesso dall'ospedale
Adesso le sue condizioni sono migliorate ed è arrivato il via libera dei medici per il ritorno a casa. Walter Klepetko , responsabile dell'unità toracica.

SCUDIERO IN ROSSO Petrucci ha aggiunto: "Adesso ho il cuore in gola come l'avevo a Valencia, la prima volta che l'ho guidata".

Non c'è solo Marquez per la lotta al tilolo, secondo Dall'Igna: "Marquez è il favorito principale per la vittoria finale, ma non dimentichiamoci che ci sono molti altri piloti che ambiscono al titolo, quindi non sarà una lotta a due. Per me il Dovi è sempre stato un riferimento in Ducati, guardavo i suoi dati e cercavo di correre come lui, è un esempio, sono felicissimo di correre con lui". "L'obiettivo sarà quello di lottare per il titolo, non saremo i favoriti, ma faremo di tutto". Abbiamo una missione, vincere con Ducati. Lo ha fatto oggi pomeriggio a Neuchatel, in Svizzera, dove la Rossa ha svelato la sua nuova livrea, presenti i piloti, il 'vecchio' Andrea Dovizioso e il 'neo' arrivato, Danilo Petrucci. "Ringraziamo tutti i nostri partner, a cominciare da Phillip Morris, che ci ospita in questa circostanza, e Audi Sport, nuovo sponsor del team in questa stagione".

Comments