Riscatto della laurea 2019: cosa cambia con il decretone

Adjust Comment Print

Ciò significa che sarà ora possibile per gli under 45, riscattare gli anni di studio universitari pagando una somma forfettaria di circa 5mila euro all'anno per riscattare al massimo 5 anni di contributi per la pensione. È bene ricordare che è possibile versare i contributi con rate nell'arco di 10 anni. 20 del decreto di riforma pensioni, nel capitolo che tratta la cosiddetta pace contributiva per il triennio 2019-2021. In un contesto, come quello attuale, in cui i requisiti pensionistici rimangono spesso un'utopia e l'età della pensione è sempre più lontana, un tema interessante che potrebbe tornare di attualità è il cd "riscatto della laurea".

Con il riscatto della laurea introdotto dal decreto sulla quota 100, inoltre, non aumenterà il montante contributivo e quindi l'importo della pensione.

È la Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ad aver effettuato il calcolo di quanto costa il nuovo riscatto della laurea light, introdotto dal decreto legge su reddito di cittadinanza e quota 100.

Il costo del riscatto agevolato è calcolato con le modalità oggi previste per quello laurea per gli inoccupati: moltiplicando l'aliquota Ivs vigente (33%) per il reddito minimo soggetto a imposizione della Gestione Inps di artigiani e commercianti, pari a 15.710 euro nel 2018, per una spesa di 5.185 euro circa per ogni anno riscattato. Il servizio militare per esempio, può essere utilizzato come periodo di contribuzione utile alla pensione anche in quota 100.

Si può affermare che l'importo varia tra i 15mila euro per una laurea breve e i 25mila per un corso di laurea completo.

"Adrian", lo show di Adriano Celentano è finito un’ora prima
Questo momento è riuscito a portare a casa un discreto numero di telespettatori, intorno ai 5.997.000 con il 21.9% di share. Dal nazismo all'attentato dell'11 settembre 2001, fino ad una ipotetica Milano futuristica e piena di grattacieli.

La domanda più diffusa è ovviamente quella collegata al costo del riscatto della laurea.

In questo caso, quindi, riscattare la laurea servirà unicamente ad aumentare gli anni di contribuzione, non a far salire l'importo della pensione, come invece accade a chi paga il riscatto laurea ordinario.

Già partendo da questa constatazione diventa facile sostenere che nonostante la detrazione e lo sconto, i più giovani potrebbero non trovare reali vantaggi nel riscattare gli anni di laurea. Se prendiamo in considerazione un lavoratore con il regime contributivo, il riscatto della laurea sarebbe costato 9.900 euro l'anno con reddito di 30mila euro, 14.850 euro con un reddito da 45mila, 19.800 euro con un reddito di 60mila euro.

Periodi di lavoro molto lunghi che rischiano di tagliare fuori da queste uscite anticipate soggetti che hanno avuto carriere lavorative frammentate e discontinue come gli edili, gli stagionali e gli agricoli e molte donne che spesso sacrificano carriere e lavoro per la cura di casa e famiglia.

Il riscatto della laurea light 2019 è riservato solo a determinate persone in possesso dei seguenti requisiti: non avere più di 45 anni (nate dopo il 1974 e che nel 1995 frequentavano ancora l'università in quanto l'opzione è valida solo per i periodi coperti dal regime contributivo, ossia dal 1996 in poi) e non essere titolari di pensione.

Comments