Il bug di Facetime su iPhone che 'spia' le persone che chiami

Adjust Comment Print

L'attuale problema di FaceTime funziona aggiungendo l'utente a una chiamata esistente prima che quest'ultimo risponda alla chiamata, ingannando FaceTime e facendogli credere che ci sia già una chiamata attiva a cui l'utente viene aggiunto tramite la funzione di gruppo.

Un problema che costituisce una vera e propria voragine in termini di sicurezza e rappresenta un pericolo per la privacy non indifferente. La notizia è stata confermata direttamente dal portavoce della Apple, mentre nel frattempo è diventato virale un post sui social media che mostra il problema legato a FaceTime, il servizio di chat audio e video di Apple. Così il melafonino si trasforma in una sorta di microfono spia comandabile a distanza.

CorSera - Milan-Napoli partita senza emozioni a San Siro
Ritmi blandi - "Mi aspettavo una partita difensiva da parte del Milan - ha proseguito Ancelotti -. Il nostro ritmo inizialmente era troppo blando".

Per farlo bastava avviare una normale chiamata e - in fase di composizione - aggiungere alla conversazione anche il proprio numero come se si trattasse di un contatto esterno da aggiungere a una chiamata di gruppo.

Apple ha temporaneamente disabilitato le videochiamate di gruppo di FaceTime in iOS e MacOS per questioni di sicurezza. Alcuni ricercatori hanno rivelato di riuscire comunque ad attivare il meccanismo anche dopo questo primo intervento da parte di Apple.

Comments