Squarcio su ala aereo Ryanair, atterraggio di emergenza

Adjust Comment Print

L'aereo, dopo l'atterraggio emergenza, è stato oggetto di approfonditi controlli da parte dei tecnici. Atterraggio di emergenza perché un'ala dell'aereo si era squarciata.

Avrebbe dovuto arrivare alle 21 a Bari e invece è arrivato 15 minuti dopo la mezzanotte il volo Ryanair partito ieri sera da Francoforte, in Germania, e diretto nel capoluogo pugliese.

Atalanta-Juventus 3-0: Castagne più doppio Zapata eliminano CR7
Questa sera siamo stati superiori alla Juve , lo dico senza presunzione, ma non abbiamo dato modo alla loro forza di venire fuori. Le stesse note che ci hanno fatto, però, rialzare dopo il Sassuolo, dopo il Genoa o dopo il Real Madrid all'Allianz Stadium.

Fortunatamente per i passeggeri solo tanta paura e qualche ora di ritardo per il rientro in Puglia. "Ci hanno avvertiti che stavamo rientrando e che l'atterraggio sarebbe stato violento, però per fortuna il pilota è stato bravissimo e ha evitato l'impatto turbolento" ha assicurato Monica Irimia, una dei passeggeri. Lo stesso mezzo è poi ripartito per Francoforte da Bari alle 0.40 invece che, come previsto, alle 21.25. "Anche quando siamo atterrati non ci hanno detto nulla - conclude Carlo - siamo rimasti 20 minuti nell'aereo e poi ci hanno fatti scendere". "Si è creato il panico - sottolinea l'uomo - c'era gente che piangeva ma anche chi faceva battute per sdrammatizzare". Una volta sulla pista abbiamo visto ambulanze, vigili del fuoco a sirene spiegate: una scena da film.

In una nota, Ryanair, scusandosi con i passeggeri, ha fatto sapere che il guasto è stato causato da un problema al carrello di atterraggio: "In linea con le procedure, l'equipaggio ha informato la torre di controllo e l'aeromobile è atterrato normalmente a Francoforte Hahn, dove i clienti sono stati trasferiti su un aeromobile sostitutivo", si legge nel comunicato della compagnia aerea. "E' sceso anche il pilota che era molto, molto pallido". A quanto si apprende i passeggeri starebbero tutti bene.

Comments