Italia in recessione: gli Italiani ai microfoni di Le Fonti Tv

Adjust Comment Print

La nostra economia nel quarto trimestre 2018 ha registrato una contrazione dello 0,2%. I dati ufficiali per ora sono quelli dell'Istat. "Non possiamo non esprimere preoccupazione di fronte all'ingresso dell'Italia nella recessione tecnica, una situazione che avrà conseguenze dirette per consumatori e imprese - spiega il presidente dell'associazione, Carlo Rienzi -".

Davanti alla platea di industriali milanesi, Giuseppe Conte ha dovuto ammetterlo: l'Italia sta entrando in recessione tecnica. A questo proposito ricordiamo che si parla di recessione tecnica quando il Pil cala per due trimestri consecutivi. Se nel terzo trimestre del 2018 l'economia è cresciuta dello 0,7% rispetto al terzo trimestre del 2017, nel quarto trimestre la crescita è stata dello 0,2% sempre rispetto al quarto trimestre del 2017. "Il calo del Pil è peggiore delle previsioni ed il peggior risultato degli ultimi 5 anni, e deve portare il Governo a correre ai ripari per evitare ripercussioni su industria e imprese".

Ieri fonti del governo avevano fatto sapere che "i possibili dati negativi sono il frutto di politiche economiche scellerate degli anni passati e di dati congiunturali non favorevoli". Dal lato della domanda, vi è un contributo negativo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto positivo della componente estera netta. Il fatto è che sarà difficilissimo rispettare le stime: più probabile che la crescita si fermi allo 0,6%, come dicono la Banca d'Italia e il Fondo Monetario Internazionale confermando l'ultimo posto dell'Italia nella classifica dei Paesi dell'eurozona per crescita del Pil, come Truenumbers ha scritto in questo articolo. Lo comunica l'Istat, specificando che il dato corretto per gli effetti di calendario mostra una crescita dello 0,8% (nel 2018 ci sono state 3 giornate lavorative in più rispetto al 2017).

Diciotti, Salvini sentito dalla Giunta entro 7 giorni: M5s diviso sul voto
Il diretto interessato ostenta tranquillità: " Non c'è nessun pericolo per il governo , non rischia assolutamente". Ci sta e difatti ha seguito la procedura, chiedendo di poter procedere contro il ministro dell'Interno.

LE QUATTRO FASI DEL CICLO ECONOMICO La recessione si inquadra all'interno di quello che e' definito 'ciclo economico', che comprende quattro fasi: prosperita' (in cui gli investimenti iniziano ad aumentare), recessione (in cui la crescita economica rallenta), depressione (in cui la crescita dell'economia ristagna), ripresa (in cui investimenti e consumi crescono rapidamente). Lo rende noto l'Istat.

Mentre tutte le forze dell'opposizione criticano la maggioranza, Luigi Di Maio passa al contrattacco. "I dati Istat di oggi - ha detto il vicepremier in conferenza stampa alla Camera - dimostrano un dato fondamentale e cioè che chi stava al governo prima ci ha mentito, non ci ha portato mai fuori dalla crisi". "I dati dell'asta dei Btp sono molto incoraggianti, vuol dire che c'è grande fiducia nel nostro Paese". "La priorità dell'Italia non è l'immigrazione: ci sono milioni di persone che aspettano reddito e pensione di cittadinanza e quota 100".

Comments