Muro anti migranti: la mossa a sopresa di Trump

Adjust Comment Print

Pelosi ha così nuovamente respinto la richiesta del presidente Donald Trump, il quale minaccia un nuovo shutdown, in riferimento al testo che repubblicani e democratici stanno negoziando per evitare un altro stallo dell'amministrazione federale.

Nella missiva Xi Jinping ha sottolineato che i rapporti commerciali tra i due Paesi sono in una fase "decisiva", auspicando che "le parti continuino a lavorare nel rispetto reciproco". "Non credo che ci sarà un accordo". Dura la risposta del presidente: "Sta giocando". A Washington, la delegazione cinese avrebbe portato un pacchetto di modeste concessioni, che riguarderebbe soprattutto la promessa di acquistare più prodotti agricoli ed energetici statunitensi e di far entrare maggiori capitali statunitensi nei settori manifatturiero e finanziario cinesi.

La Guardia costiera ha trovato irregolarità sulla Sea Watch
Dei 47 sbarcati 47, 15 sono minori tra i 14 e 17 anni: 6 del Senegal, 7 dalla Guinea Konakry, 1 dal Sudan e 1 dalla Guinea Bissau. Voglio ringraziare - scrive ancora Toninelli - le Capitanerie di Porto per il loro grande lavoro sul fronte della legalita'.

Washington, però, chiede a Pechino anche profonde riforme. Pare che Trump abbia incontrato il responsabile per il bilancio, il capo di gabinetto ad interim Mick Mulvaney, Jared Kushner e altri funzionari della Casa Bianca, per valutare le mosse. Perché "la Russia - ha detto Pompeo - ha messo a rischio gli interessi di sicurezza degli Stati Uniti".

Secondo David Dollar, del Brookings Institution, "le maggiori speranze per un accordo vengono da un incontro faccia a faccia". Al di là delle schermaglie semantiche, il presidente americano ha ribadito che non accetterà un accordo senza i soldi per il muro.

Comments