USA: ritiro da trattato INF permetterà rinnovo arsenali

Adjust Comment Print

Ora la parola passa al Congresso che sarà chiamato a decidere se finanziare o meno lo sviluppo e il dispiegamento di sistemi nucleari.

Il trattato INF, firmato dal presidente Ronald Reagan, limita i missili nucleari e convenzionali lanciati a terra con una portata compresa tra 500 e 5.500 km. Altrimenti c'è il rischio di una nuova corsa agli armamenti. Questi missili richiederebbero un dispiegamento in Europa, al quale alcuni alleati della NATO si opporranno certamente.

La Russia ha sempre negato le accuse puntando l'indice contro i sistemi di difesa missilistica statunitensi a medio raggio piazzati nell'Est Europa: il cosiddetto sistema Aegis Ashore, cioè la versione terrestre del sistema antibalistico imbarcato sugli incrociatori della US Navy, a Deveselu, in Romania, e a Redzikowo, in Polonia. Al tempo stesso, Donald Trump ha dichiarato di sperare che "sapremo riunire tutti in una grande e bella sala per stipulare un nuovo accordo". Dopo la sospensione dell'accordo da parte degli Stati Uniti, anche la Russia ha deciso di interrompere la propria partecipazione all'intesa che nel 1987 mise fine alla crisi degli euromissili e diede un contributo fondamentale al superamento della Guerra Fredda.

Matilde Brandi: morta la mamma dopo l’intervista a Verissimo
La ballerina ha parlato della sua vita, della sua carriera e soprattutto della mamma da anni malata di Alzheimer . Forse spero che non capisca e che viva nel suo mondo. "Mamma soffre di Alzheimer e giorno dopo giorno si spegne".

Il greggio è poco mosso oggi mentre l'esito dei colloqui commerciali tra Stati Uniti e Cina resta in dubbio e i nuovi dati cinesi sollevano ulteriori timori per un possibile rallentamento economico che potrebbe ripercuotersi sulla domanda di petrolio. Pompeo ha ribadito, inoltre, che "la forza e l'unità dell'Alleanza Atlantica sono la chiave della sicurezza internazionale". Ora la decisione dell'amministrazione Trump detta i tempi.

Aumenta a dismisura la tensione tra Russia e Stati Uniti. Il ritiro degli americani dal trattato Inf è l'occasione per tornare a parlare di armi e potenza militare, uno di quegli argomenti utili a risollevare i sondaggi.

Dal 30 al 31 gennaio, Liu He, membro dell'Ufficio politico del Comitato Centrale del PCC, vice premier del Consiglio di Stato cinese e responsabile della parte cinese per i dialoghi economici complessivi fra Cina e Stati Uniti ha avuto insieme al suo team una consultazione economica e commerciale a Washington D.C. con il team americano guidato da Robert Lighthizer, rappresentante commerciale degli Stati Uniti.

Comments