Scaroni: "Higuain? Esperienza negativa per Milan"

Adjust Comment Print

Siamo diventati una squadra, questo è merito dell'allenatore prima di tutto. La squadra si muove all'unisono. "Gattuso è Gattuso. Aveva certe qualità da calciatore, ora le ha da allenatore". Il campionato è pieno di insidie, basta pensare agli infortuni.

Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport soffermandosi su Higuain e sul progetto rossonero: "Il Milan deve essere più forte, ci teniamo a fare bene questo campionato e ad avere giocatori giovani".

Sul terzo posto: "Io non faccio questi calcoli". Ogni partita è un'emozione, io soffro come un dannato durante le partite. Non guardo gli altri, speriamo bene. "Siamo tutti in grande forma".

Su Piatek: "Piatek ha fatto tanti gol, al Genoa, al Cracovia e al Milan".

Sul mercato di gennaio: "Il gol di Roma è nato dal mercato ma se no ne sarebbe nato un altro. Il Milan si dimostra una squadra".

Tragedia di Castelletto: lei morta per cause naturali, figlio suicida
A dare l'allarme sarebbe stato un parente che era preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto con nessuno dei due. Dopo i rilievi dei carabinieri , le salme sono state trasportate all'obitorio a disposizione dell'autorità giudiziaria.

"Povero Higuain, mi spiace la sua esperienza milanese non sia stata positiva né per lui, né per il Milan. Queste operazioni a volte vanno bene a volte invece male".

Su Donnarumma: "Non faccio i ragionamenti sui soldi perché non abbiamo nessuna intenzione di cederlo, poi il mercato è chiuso". Non sapevo che Berlusconi avesse messo un price tag su di lui di 80 milioni.

È un Milan che guarda al futuro con fiducia, con un Piatek in più e una unità d'intenti che ha fatto tornare il futuro in casa rossonera.

Sul prossimo faccia a faccia in programma con la Uefa in vista della sentenza del Tas, Scaroni taglia corto: "Non rispondo, la Uefa però resta un tema e lo affronteremo". La Champions League è sempre più importante: "più il tempo passa, raggiungere la qualificazione è fondamentale".

Comments