Giacomo Agostini: "Valentino Rossi? Godiamocelo finchè dura"

Adjust Comment Print

Jorge lotterà per il titolo o almeno per vincere le gare.

Giacomo Agostini interviene sulla longevità di Valentino Rossi, che sta per compiere 40 anni e si prepara ad affrontare la 24° stagione nel Motomondiale.

NUOVO MENTAL COACH Novità anche nel lato box di Valentino, che non potrà più contare sui consigli preziosi di Luca Cadalora, il cui posto sarà preso da Idalio Gavira, lo scorso anno mental coach dei ragazzi della VR46 academy che ha presentato la scorsa settimana i team di Moto2, per il quale correranno il fratello di Valentino, Luca Marini, e Niccolò Bulega, e di Moto3, con in sella Celestino Vietti e Dennis Foggia. Si dovrà iniziare vincendo e stando davanti. "I cambiamenti fatti a livello tecnico fanno capire come l'approccio della Yamaha sarà più aggressivo rispetto al passato, e soprattutto se la collaborazione esterna con il gruppo di lavoro in Italia, ci permetterà di fare la differenza". "È il mio compagno di squadra e allo stesso tempo il primo rivale da battere". Bene, ora non più. In Giappone il Reparto Corse è stato rivisto con l'ingresso di nomi nuovi al vertice, la sede italiana ha acquistato maggior peso, con due reparti che si occuperanno di elettronica e dinamica della moto, poi c'è un test team (con Folger come collaudatore) finalmente al livello della concorrenza. Marquez ha parlato anche del cambio di numero di Maverick Vinales, dicono perché con il #12 il catalano lo ha battuto. "Veniamo da un 2018 difficile e ci aspettiamo molto da questa stagione, vogliamo migliorare ed essere più forti", ha detto il 'Dottorè dal palco. Vorrebbe vincere il 10° titolo e se ci riuscisse io lo inviterei ad andare avanti: perché non puntare dopo a quota 11? Sono gesti che si fanno una volta e basta.

Parigi, incendio in un palazzo residenziale, almeno 7 morti
Alcune persone sono scappate sui tetti vicini per sfuggire al fumo e alle fiamme e sono stati poi salvati dai pompieri. Per precauzione sono stati fatti sgomberare diversi edifici accanto a quello in fiamme .

Marc è cresciuto, chiaro, e Valentino, che fra pochi giorni compirà 40 anni, patisce come è ovvio, l'ascesa del rivale che non ha, come è altrettanto ovvio, alcun timore reverenziale nei confronti di una carriera straordinaria, in Moto GP e non solo.

Non credo sarà "guerra" con Jorge, ma certo sarà più dura e di sicuro più stimolante.

Comments