Sanremo 2019, Salvini contro Achille Lauro e la sua "Rolls Royce"

Adjust Comment Print

Dapprima, la vaga accusa di plagio da parte di Franki Hi-NRG (che è poi tornato sui propri passi, esprimendo apprezzamento per la canzone dell'artista capitolino), quindi l'accusa di Striscia la Notizia che ha deciso che il singolo portato da Achille Lauro a Sanremo (di cui abbiamo parlato anche ieri) 'Rolls Royce' sarebbe "un inno all'ecstasy".

Striscia la Notizia, che ha sollevato il polverone sulla vicenda, ha mandato l'inviato Valerio Staffelli a consegnare ad Achille Lauro il Tapiro d'Oro. Il suo nome è Spirit of Ecstasy, Spirito dell'ecstasy: da qui l'abitudine a chiamare Rolls Royce le pasticche sintetiche. Ma io non ne ho mai sentito parlare. Rolls Royce è la macchina, è lo status. Il pezzo è una fotografia di tutte le icone mondiali dagli anni Cinquanta a oggi: "dal mondo di Hollywood alla musica, allo stile", aveva detto Achille Lauro per difendersi dalle accuse. E domani di cosa si parlerà? Bisogna divertirsi e vivere una vita così.

Il brano Rolls Royce, in gara al 69esimo Festival di Sanremo, ha suscitato polemiche per il suo testo.

Cagliari, Maran "certo che miglioreremo"
Zapata ha parlato al sito ufficiale dell'Atalanta della sua stagione e del suo rendimento. Abbiamo giocato molto bene senza perdere la tensione.

"Al momento il giudice, con ogni probabilità, sta già esaminando i documenti per valutare se ci sono gli estremi per procedere", ha continuato l'avvocato Abbo. Ma Achille Lauro tutto questo non lo sa (o finge di non saperlo).

Intanto proprio in giornata Claudio Baglioni è intervenuto sulla polemica. "Il direttore artistico di Sanremo sciolga immediatamente i dubbi emersi sul significato della canzone del cantante Achille Lauro". Non vorrei fare l'esegeta, credo che meglio dell'autore non possa sapere nessuno cosa voleva dire. L'argomento è stato addirittura toccato in una delle primissime conferenze stampa di questo Sanremo 2019, durante la quale un giornalista sollevò chiaramente la questione chiedendo un intervento del direttore artistico e della dirigenza di Rai Uno.

Comments