Bankitalia, governo diviso su una nominae scoppia il caso dell'oro allo Stato

Adjust Comment Print

"Condivido chi rivendica l'indipendenza di Bankitalia: deve essere indipendente ma indipendenza non può far rima con irresponsabilità". "Venendo qua, leggevo che c'è il governo che sta mettendo le mani su chi governa le banche -ha dichiarato Matteo Salvini incontrando gli ex soci della Banca Popolare di Vicenza- Stiamo facendo l'esatto contrario". Bruxelles ha sollevato dubbi non solo sull'ampliamento agli azionisti della platea beneficiaria dei ristori, ma anche sull'abolizione del ricorso all'arbitro finanziario, finora utilizzato come 'filtro' per distinguere gli aventi diritto o meno al rimborso. "Abbiamo rivisto al ribasso le stime di crescita e bisogna dire che anche in precedenza avevamo detto che la traiettoria di bilancio scelta non aiutava fiducia, stabilità finanziaria, ha portato all'aumento dei tassi, al calo di indicatori sulla fiducia e a crescita rallentata".

Purtroppo in molti non hanno potuto assistere, nel pur spazioso palazzetto dello sport, a questa sorta di "kermesse", nella quale sono state fatte tante promesse, ma soprattutto tanta propoganda. Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, finora rimasto ufficialmente silente nell'affaire Bankitalia, esce allo scoperto dopo due giorni di polemiche sui vertici della banca centrale ed esplicita con poche parole, "ovvie e persino banali", la sua posizione. "Oggi siamo qui perchè chi doveva controllare non ha controllato", dicono all'unisono da Vicenza i due premier.

Esecutivo in subbuglio sulla partita Banca d'Italia. "Mi sono già espresso", ha detto all'Ansa riferendosi all'indipendenza di Bankitalia messa in discussione dai vicepremier. Si sono scambiati un bacio e un abbraccio salutandosi calorosamente; "Ogni volta che affrontiamo i problemi della concorrenza o i risarcimenti ci arrivano lettere dalla Commissione europea che dicono che dobbiamo preferire delle regole che, guarda caso, favoriscono sempre i più forti". Riteniamo che tanto Banca D'Italia abbia invece fino ad oggi dimostrato comptetenza autonomia e sopratutto rigore. "Qui si difendono i cittadini e i risparmiatori non i banchieri".

Risultati televoto Sanremo 2019: classifica finale serata per serata in pdf
Mahmood ha ricevuto la chiamata da Salvini per dirgli " che si deve godere la vittoria e che sono felice per lui ". Mentre la giuria della sala stampa dai giornalisti accreditati presso la sala stampa del Festival di Sanremo .

La vera domanda, lasciano intender alcuni quotidiani questa mattina, è in realtà: è possibile vendere l'oro della Banca d'Italia? . È sotto gli occhi di tutti che negli ultimi dieci anni la gestione delle banche non sia stata ottimale: ci sembrava opportuno dare un segnale di discontinuità.

Anche Salvini è sulla stessa lunghezza d'onda. Ciò non significa che il governo possa venderlo, però questa lacuna va colmata.

Comments