Operato a Bagdad Gabriele Micalizzi, lesione all'occhio

Adjust Comment Print

Dopo l'esplosione Micalizzi sarebbe stato trasportato in elicottero in un ospedale americano, per poi essere operato d'urgenza, e in seguito trasferito a Baghdad, da dove dovrebbe partire per rientrare in Italia.

Si chiama Gabriele Micalizzi, 34 anni, milanese, ed era nella zona di Dayr az Zor per documentare l'offensiva curdo-araba, appoggiata dagli Usa, contro l'ultima sacca di resistenza dell'Isis nel Paese. Non sarebbe in pericolo di vita. "Capita - raccontava - nella guerra non si può prevedere tutto e la notizia sta proprio là dove è più difficile arrivare". La palazzina, secondo quanto riportano alcuni media, sarebbe stato attaccato con razzi Rpg: Micalizzi è stato soccorso e portato immediatamente alla base di Omar field per le prime cure. Ieri sera aveva raggiunto la zona di Deir Ezzor, dove è stato colpito. Inoltre, ha detto Bali, sono probabilmente estremamente motivati sapendo che stanno difendendo l'ultima roccaforte dello Stato Islamico in Siria. Nella zona i soldati della coalizione, guidata dagli Usa, insieme alle Forze democratiche siriane, stanno combattendo per mandare via lo Stato islamico.

Nato a Milano nel 1984, si è diplomato all'Accademia di belle arti: dopo avere iniziato con il fotoreporting nel capoluogo lombardo, ha spostato la sua attenzione su Medioriente e aree di conflitto.

Tragedia Emiliano Sala, è morto per ferite alla testa e al petto
La famiglia non cede al dolore e continua a sostenere economicamente le ricerche: "Sappiamo che è morto ma lo vogliamo a casa. Il riconoscimento è stato possibile solo attraverso le impronte digitali .

Le sue foto sono state pubblicate da New York Times, New Yorker, Newsweek, Wall Street Journal.

CHI E' - Micalizzi fa parte del collettivo CesuraLab a cui apparteneva anche il fotoreporter Andy Rocchelli, ucciso in Ucraina nel 2014.

Comments