"Invocato Satana a Sanremo", esorcista contro Virginia Raffaele

Adjust Comment Print

E' quanto riporta il sito Interris in merito allo sketch comico di Virginia Raffaele sul palco dell'Ariston, "un 'pulpito' - si legge - da cui per ben 5 volte viene invocato il nome di Satana". Mentre canta, all'improvviso, il grammofono si interrompe e Virginia con una serie di parole onomatopeiche reinterpreta il classico suono dello strumento di riproduzione che si inceppa. Quest'ultima si è riferita all'esibizione in cui la comica ha finto di essere un grammofono vecchio e rotto.

Intanto non si placa la polemica per la vittoria di Mahmood col brano 'Soldi' al Festival di Sanremo a discapito di Ultimo che era favorito ancor prima che iniziasse la kermesse sanremese.

"La riflessione di don Aldo Buonaiuto sulla citazione da parte di Virginia Raffaele a Sanremo di Satana per più volte, sicuramente avrà una sua spiegazione".

Un appello perché Virginia Raffaele "chiarisca quella che apparirebbe una gag spiritosa ma poi stonata perché sembra non tenere conto della sensibilità di tante persone che soffrono a causa della presenza del maligno".

Abito Eros Ramazzotti Sanremo 2019 serata finale chi è lo stilista?
Rispetto agli inizi, il cantante portoricano ha virato dalle ballad romantiche a un ritmo decisamente più danzereccio. Ho sempre pensato che c'è una sorta di linea che collega Italia e Sud America .

"Non si è tenuto conto della fede dei tanti cristiani che seguivano uno dei programmi più amati dagli italiani - prosegue il sacerdote -, mancando così di rispetto specialmente alle tante persone che sono realmente oppresse dalle forze del male".

Per chi l'avesse perso, lo sketch è disponibile su YouTube.

Nelle ore successive, sulla questione è naturalmente intervenuto anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini, che pur non trattandosi affatto di una questione politica (e tanto meno di ordine pubblico...), come suo solito ha comunque voluto illustrare il proprio punto di vista. "Ascoltiamo con attenzione gli esperti che ci aiutano a combattere il fenomeno". Apriti cielo: la performance ha mandato su tutte le furie don Aldo Buonaiuto, sacerdote della Comunità Giovanni XXIII e coordinatore del servizio nazionale Antisette. Non bisogna sottovalutare il problema delle sette.

Comments