L'Inter ha tolto la fascia di capitano a Icardi

Adjust Comment Print

Inter, Icardi degradato, Laudisa: "Pugno duro della società". Il club nerazzurro ha infatti comunicato la decisione di togliere la fascia all'attaccante argentino e metterla nel braccio di Samir Handanovic.

Sembrava un tranquillo mercoledì di vigilia della partita di Europa League che vedrà domani l'Inter impegnata contro il Rapid Vienna.

A tentare di gettare acqua sul fuoco ci ha pensato Luciano Spalletti. Probabilmente non l'avrà presa bene, decisione difficile e dolorosa presa di comune accordo da tutte le componenti per il bene della squadra. E' stato difficile comunicarglielo. Le cose che gli girano intorno disturbano lui e la squadra di cui era capitano.

Le Iene, scherzo super ad Insigne: complice la moglie Genny
Solo una scelta legata alla condizione, invece, quella che determina le gerarchie in porta. Voglio essere autocritico, ma le prestazioni positive ci sono state sempre.

Tensione in casa Inter.

Non si può mancare di rispetto settimanalmente davanti a milioni di spettatori in diretta - molti di più l'indomani alla lettura delle dichiarazioni - nascondendosi sempre dietro alla scusa che si tratti di una strategia per il rinnovo. Wanda Nara è anche l'agente di Icardi, e quindi protagonista della trattativa per il delicato rinnovo del contratto, e spesso non ha risparmiato pubblicamente frecciate alla società. All'Inter servono i gol di Icardi per archiviare definitivamente il periodo di crisi dopo la prestazione convincente di Parma.

Spalletti: "Al posto di Icardi ne ho uno altrettanto forte!" Oggi tiene banco il caso Icardi, che comunque alla querelle successiva alla sfida del Tardini si lega. Ci sono situazioni, nel calcio e nella vita, che non ripassano più. "E' impreciso dire che l'Inter non lo aveva convocato". Quando tutto sembra definirsi per il meglio, con reciproca soddisfazione, arriva lo stop improvviso: Ausilio si alza dal tavolo e dice a Monchi: "No, Zaniolo non ve lo diamo". E' il tweet di Ivana Icardi, sorella di Mauro, rivolto alla compagna del centravanti interista Wanda Nara. "Vorrei solo che fosse più tutelato, sono uscite tante cavolate su di lui come la storia della multa". Povero fratello mio, ma perché continui a permettere tutto ciò?

Comments