La Commissione Ue chiederà chiarimenti sull'analisi costi benefici sulla Tav ⋆ CorriereQuotidiano.it

Adjust Comment Print

L'analisi "ufficiale" costi/benefici sulla Tav "è una sola" ed è quella stilata dal "team del professor Ponti", ha aggiunto il ministro delle Infrastrutture e dei Lavori, a Radio inBlu, premettendo comunque di essere "molto favorevole al dibattito". Nel documento venivano quantificate perdite per 7-8 miliardi di euro legate alla realizzazione dell'opera, ma i numeri consegnati dagli esperti del Mit non sembrano convincere tutti. "E' una analisi truffa realizzata per far quadrare i conti in base a quello che vuole il padrone", denuncia, aggiungendo inoltre che "i costi sono ampiamente gonfiati, mentre c'è una enorme sottovalutazione dei benefici ambientali e sociali".

E nella sua ultima conferenza stampa da Commissario non manca anche qualche ironia nei confronti del ministro Toninelli: "dire 'chi se ne frega di andare a Lione' è come quelli che dicono che da Milano nessuno va a Rogoredo, peccato che tutti i treni che vanno a Roma passino da Rogoredo. A seconda dell'evoluzione delle prossime settimane dovremo vedere se saranno realmente programmati cambiamenti all'accordo di finanziamento" e se saranno quindi "necessarie" modifiche "al livello di finanziamento Ue", ha spiegato il portavoce della Commissione Ue. Parole che hanno fatto infuriare il capo della commissione che ha condotto l'analisi, Marco Ponti, che, molto elegantemente (sic.) ha risposto che "Foietta è nervoso perché perde lo stipendio, c'è da capirlo".

Sulla questione delle autonomie - in vista del Consiglio dei ministri di questa sera - Salvini ha ribadito che con M5s "siamo d'accordo". L'analisi costi-benefici (ACB) è uno dei documenti obbligatori da allegare all'atto di candidatura per i progetti d'infrastruttura nell'ambito del programma MCE (meccanismo per collegare l'Europa). "Senza l'utilizzo di alcun modello e senza riferimenti di nessun genere a situazioni analoghe, come ad esempio lo sviluppo dell'alta velocità in Italia e Francia, si formula l'ipotesi che nel 2059 utilizzeranno servizi di lunga percorrenza 1,6 milioni di passeggeri".

Il ministro Toninelli non ha reso noto il parere del prof. Lo dice il professore Marco Guido Ponti nel corso di una audizione in commissione Trasporti alla Camera, sull'analisi costi-benefici della Tav-Torino Lione.

Tragedia Emiliano Sala, è morto per ferite alla testa e al petto
La famiglia non cede al dolore e continua a sostenere economicamente le ricerche: "Sappiamo che è morto ma lo vogliamo a casa. Il riconoscimento è stato possibile solo attraverso le impronte digitali .

Nel caso in cui il governo dovesse decidere di non realizzare più l'opera, tra penali e rimborsi il costo massimo sarebbe di 4,2 miliardi.

Si noti che il risultato fortemente negativo per il cambio modale della componente merci dipende dalle specificità del caso in oggetto ed è fortemente amplificato nello scenario "Osservatorio 2011" in relazione all'entità della domanda - sia in termini di flussi che di distanze - in diversione modale. "Perché non ha partecipato alla stesura del documento sulla Tav?".

Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, ha affermato che la costruzione della Tav "è una grande occasione per dare lavoro a 50mila persone". "Avevamo garantito che gli esiti di questa valutazione sarebbero stati resi disponibili a tutti i cittadini, in modo da rendere trasparente l'intero processo decisionale".

Comments