È morto Bruno Ganz, fu Adolf Hitler ne "La caduta"

Adjust Comment Print

La sua prima interpretazione risale al 1960, quando, all'età di diciannove anni, ottiene un ruolo in Der Herr mit der schwarzen Melone, per il quale tuttavia non ottiene grande successo, dovendo aspettare gli anni Settanta per la svolta della sua carriera e dedicandosi soprattutto al teatro: ed è proprio grazie al teatro che torna alla ribalta, grazie anche al riconoscimento di attore dell'anno secondo la rivista Theater heute, ottenuto nel 1973 in Germania grazie alle sue performance teatrali. Nel 1991 è accanto a Otto Šimánek nel film Sázka-Die Wette del regista Martin Walz, fino a quando, nel 2004 interpreta Adolf Hitler nel film La caduta, prodotto da Bernd Eichinger. È del 1976 il ritorno al cinema, con i film tedeschi Der sanfte Lauf e Sommergäste, ma la definitiva consacrazione avviene l'anno successivo con L'amico americano di Wim Wenders, in cui Ganz è protagonista assieme a Dennis Hopper (il film fu poi presentato al 30° Festival di Cannes, pur senza ottenere premi).

Nel 2004, grazie alla sua interpretazione di Adolf Hitler nel film La Caduta di Oliver Hirschbiegel, raggiunge lo status di attore cult grazie in particolare ad una scena che, nel corso degli anni, si presta a innumerevoli parodie divenute virali in tutto il mondo. Il ruolo gli valse la nomination come miglior attore agli Oscar di quell'anno.

Figlio di una donna italiana, ha lavorato anche nel nostro cinema.

Verhofstadt: "Conte burattino mosso da Salvini e Di Maio"
Poi l'affondo. "Presidente, mi domando per quanto tempo ancora lei sarà il burattino mosso da Di Maio e Salvini". Preparate gli scatoloni, il 26 maggio i cittadini finalmente manderanno a casa questa gente".

Bruno Ganz è morto dopo una malattia. La sua ultima apparizione risale invece al 2018 nel film La casa di Jack di Lars von Trier, dove ha interpretato il ruolo di Virgilio al fianco del protagonista Matt Dillon.

Da quel film nasce forse uno dei meme più famosi della storia del web.

Alla Keystone-ats, Berset ha indicato che Ganz "non ha recitato i suoi ruoli, li ha vissuti".

Comments