Karl Lagerfeld: icasticità e innovazione

Adjust Comment Print

L'icasticità di Lagerfeld è racchiusa proprio in alcuni segni distintivi del suo total look: camicie con il colletto alto e inamidato, rigorosamente bianco, in abbinamento a una cravatta nera con su spille barocche, giacche e pantaloni, ovviamente neri, slim fit, occhiali scuri, mezzi guanti di pelle borchiati, stivali di pelle nera con la punta allungata, capelli cotonati ad altezza fronte, raccolti in una coda semplice.

Addio a Karl Lagerfeld.

Lo stilista Karl Lagerfeld e' morto oggi all'eta' di 85 anni, secondo quanto riferisce la stampa francese.

Non Mentire, anticipazioni trama seconda puntata Domenica 24 Febbraio 2019
Dalla scuola, all'ospedale, ai social tutti ora si sentono in diritto di avere un'opinione su quanto è accaduto. Non mentire si presenta come un thriller in cui, entrambi i protagonisti, sembrano affermare la verità .

Che non volesse più essere tedesco perché Angela Merkel accoglieva troppi migranti, ad esempio, lui tedesco borghesissimo di millantate origini aristocratiche che per ambientarsi a Parigi ha dovuto sgomitare come non mai, che Adele era bella e brava ma grassa, anche, e che molte di quelle attricette che l'ufficio del marketing gli proponeva come testimonial diosanto ma chi sono queste disperate, non ci sono più le attrici di una volta. Karl Lagerfeld era scorretto, anzi scorrettissimo, moderno e ancien régime allo stesso tempo, scevro da qualsiasi condizionamento che non fosse la sua stessa patologica dedizione al lavoro e la sua insaziabile curiosità intellettuale. Dalla morte di Coco Chanel la maison sta affondando. Inoltre, ha ricoperto per diversi anni il ruolo di direttore creativo della Maison Fendi. Si tratta del sodalizio più duraturo di tutta la sua carriera, nato probabilmente durante un periodo di crisi creativa passato a Roma. La moda entra in gioco anche nel suo dimagrimento improvviso, perché doveva plasmare e trasformare il suo corpo per renderlo adatto ai capi realizzati da Hedi Slimane, di certo non ideati pensando alla forma fisica di un uomo non più nel fiore negli anni e sovrappeso. Avere uno stile vestimentario fondato su una solida base di tratti caratterizzanti non significa costringersi nel sempre uguale, bensì costruirsi uno stile attorno a nucleo stabile in grado di rinnovarsi, senza tradire personalità e individualità.

Presumibilmente nato il 10 settembre 1933 (il designer ha sempre rifiutato di rivelare la sua data esatta di nascita) ad Amburgo, in Germania, il giovane Karl ha lasciato la Germania con la madre e si è trasferito a Parigi nei primi anni '50.

Il tempo ha dato purtroppo ragione alle ultime voci.

Comments