Usa, Trump vuole rimuovere il capo 007

Adjust Comment Print

L'accordo trovato tra Casa Bianca e Campidoglio per evitare un nuovo shutdown, infatti, prevede nuovi fondi per le frontiere, ma molto meno del minimo di cinque miliardi di dollari chiesti da Trump.

Il presidente Usa Donald Trump si aspetta "grandi progressi" dal secondo summit di Hanoi (27-28 febbraio) con il leader nordcoreano Kim Jong-un: lo riferisce l'Ufficio della Presidenza sudcoreana sulla telefonata serale tra il tycoon e Moon Jae-in dedicata al vertice Usa-Nord. E contestano punto su punto le argomentazioni presidenziali. Inoltre, il dipartimento di Stato riconosce "che non vi sono prove credibili che i terroristi utilizzino la frontiera meridionale per entrare negli Usa", si legge nel testo. Nel ricorso, depositato presso il tribunale federale distrettuale di San Francisco, si sostiene che il presidente non ha il potere di dirottare i fondi per costruire il Muro perche' e' il Congresso a dover decidere sulle spese.

Dopo gli Stati di New York e California, che dopo la conferenza di Trump venerdì scorso avevano anticipato che avrebbero avviato una battaglia legale, si sono uniti altri 14 Stati: Colorado, Connecticut, Delaware, Hawai, Illinois, Maine, Maryland, Michigan, Minnesota, Nevada, New Jersey, New Mexico, Oregon e Virginia.

Piatek era vicino al Napoli
Dopo le prodezze del 'pistolero', sono stati numerosi i tifosi del Milan che hanno ricordato la sua disastrosa previsione. Un vero e proprio fenomeno che ha mutato il volto della squadra e non sta facendo rimpiangere minimamente Higuain.

(LaPresse) Donald Trump risponde ai suoi oppositori e rivendica "l'assoluto diritto" di dichiarare l'emergenza nazionale per l'immigrazione clandestina al confine col Messico. E come immediata risposta a Trump, il presidente del Venezuela ha annunciato che presto arriveranno nel Paese 300 tonnellate di aiuti umanitari provenienti dalla Russia.

Secondo Xavier Becerra non ci sarebbe alcuna emergenza al confine con il Messico.

Comments