Frenata per l'industria a dicembre, lo spread sale a 273

Adjust Comment Print

A dicembre 2018, il fatturato dell'industria diminuisce del 3,5% rispetto a novembre: il ribasso più forte sul mercato estero. Nel quarto trimestre, certifica l'Istat, l'indice complessivo ha registrato un calo dell'1,6% rispetto al precedente trimestre.

Nonostante la caduta di dicembre, considerando l'intero anno, nel 2018 il fatturato all'industria è aumentato in Italia anno su anno del 2,3% grazie al +3,5% sul mercato estero, ed al +1,8% sul mercato interno.

Per il fatturato dell'industria italiana si tratta della flessione tendenziale più accentuata dal novembre del 2009.

Inter, il giorno di LionRock: oggi assemblea e CdA
I problemi offensivi non emergono solo ora perchè per quanto si abbia la seconda difesa della Serie A, l'Inter è l'ottavo attacco. Questa settimana si concluderà questa vicenda una volta per tutte, non immaginiamo ulteriori sviluppi per il futuro.

A dicembre tutti i raggruppamenti principali di industrie segnano una variazione congiunturale negativa: -1,8% i beni di consumo, -5,5% i beni strumentali, -1,7% i beni intermedi e -9,7% l'energia. Risultato: a dicembre per l'industria italiana è stata una debacle, con fatturato e ordinativi in fortissimo arretramento. Su base annua l'Istat registra una flessione del 5,3% (dato grezzo), la più ampia dal luglio del 2016. Sul ribasso tendenziale pesano anche le cattive prestazioni registrate all'estero.

La flessione, spiega l'Istat, riguarda in maniera diffusa tutti i settori, ma è particolarmente ampia nel settore degli altri mezzi di trasporto (23,6%), dove si confronta con un dato particolarmente positivo nell'anno precedente.

Ripercorrendo gli ultimi dodici mesi, l'Istituto di statistica fa notare come il fatturato nel corso dell'anno abbia "mostrato un andamento tendenziale stabile nei primi nove mesi, con un peggioramento nell'ultimo trimestre". Nella media dell'anno il fatturato dell'industria presenta, comunque, una dinamica moderatamente espansiva rispetto al 2017, anche al netto della componente di prezzo.

Comments