Lotito infiamma Lazio-Roma: "Noi più vincenti. Arbitri? Persi 40 milioni"

Adjust Comment Print

Claudio Lotito si appresta a vivere una serata dalle mille emozioni, quella del derby della Capitale tra Lazio e Roma. Non vuole essere una frecciata alla Roma, è solo una constatazione oggettiva sulla base delle vittorie ottenute. Ho vinto la D, la C2, la C1, la supercoppa di lega e la coppa italia. Poi magari qualcuno ha la Coppa delle Fiere. C'è sempre quest'abitudine radicata di utilizzare due pesi e due misure. "La Lazio è stabilmente tra le grandi - sottolinea il patron biancoceleste -". L'anno scorso mi sono costati 40 milioni perché non siamo andati in Champions, quest'anno tireremo le somme a fine stagione. Amo il calcio romantico, ma oggi ci sono interessi in ballo. Non credo a coincidenze. Var? Oggi sbagliare è più difficile. Mando avanti gli altri.

Nonostante l'introduzione del VAR, le polemiche non si sono placate e hanno conosciuto nuove evoluzioni. "In estate ho comprato e ho rifiutato per un calciatore un'offerta a cifre cui nessuno al mondo avrebbe detto no. Il nome non lo dico, ma mi ero impegnato con Inzaghi a non cederlo e l'offerta è arrivata al penultimo giorno di mercato quando non avevo tempo di sostituirlo". "I comportamenti di singoli non possono ricadere sulla società e su una comunità sana".

Forse però è mancata una condanna da parte della società. Come fate a criminalizzare una società, un popolo? Il consenso non te lo dà il fatturato, te lo danno gli altri. E mi ascoltano perché dico cose sensate: "vedo 5 anni avanti, gli altri vivono per il carpe diem".

Napoli, Insigne: "Vincere con la Juve avrebbe un sapore speciale"
Il giocatore si è sottoposto nella serata di mercoledì a dei controlli medici che non hanno evidenziato alcun tipo di lesione. Siamo stati un po' sfortunati con Chievo, Torino e Fiorentina in cui siamo stati poco cattivi sotto porta.

A proposito della Figc, è tornato in consiglio federale. "Con Tavecchio mi massacrarono perché indossai una felpa della Nazionale, ma me la fece dare lui dal magazziniere a Bari perché pioveva".

Una città si ferma per il derby, ma anche per scoprire le carte per la corsa Champions ed Europa League. "Se cresci per merito sportivo, mantieni la proprietà, ma se la Salernitana salisse in A dovrei prendere una decisione, non ci stanno favori".

"Non mi fascio la testa prima di rompermela".

Comments