La Digos smentisce gli ultras dell'Atalanta: "Volevano attaccare i tifosi della Fiorentina"

Adjust Comment Print

I tifosi dell'Atalanta erano già sui pullman, sulla via del ritorno, quando la polizia li ha fermati. "Alcuni tifosi dell'Atalanta, scortati dalla Polizia fuori città dopo la partita di Coppa Italia con la Fiorentina, lungo il tragitto sono scesi dai pullman e, con i volti coperti e aste e bastoni in pugno, hanno aggredito gli Agenti". Un funzionario di polizia sarebbe stato colpito da un violento calcio al volto, mentre un altro, salito a bordo di uno dei pullman per capire cosa stesse accadendo, sarebbe stato circondato e picchiato. Precisando che "non c'è stato alcun contatto con la tifoseria viola, né prima né dopo la partita, e il clima era di assoluta tranquillità", i tifosi della Dea respingono qualunque responsabilità, spiegando che non c'erano motivi per scatenare disordini. Alcuni tifosi dell'Atalanta, in passato, si sono resi protagonisti di scontri e danneggiamenti. Uno dei poliziotti intervenuti ha riportato la fattura di un dito, episodio per il quale è stato denunciato un tifoso bergamasco. Fermare una colonna di autobus in transito, scendere armati e travisati e aggredire le Forze dell'ordine è inammissibile, è la prova ulteriore, che certo non serviva, di come la violenza in queste occasioni sia preordinata, cieca, spudorata, praticata nell'arrogante convinzione di non subire conseguenze. Siamo noi di Italia Celere a chiedere al ministro dell'Interno di intervenire definitivamente per riportare l'ordine politico-istituzionale, credendo inammissibile che si alzi un caos mediatico contro la Polizia - prosegue Cecchini - Pretendiamo che magistratura e questura procedano come di diritto nei confronti dei responsabili dell'ennesima brutta pagina del calcio italiano con l'applicazione delle leggi penali e delle misure alternative della pena quali il daspo.

Uomini e donne, terribile lutto per Gemma Galgani: lacrime per l'enorme perdita
Riuscirà Andrea Dal Corso a riconquistare Teresa Langella? "Antonio! Ha una presa. non è tanto morta la sua mano!". Andrea le ha scritto su IG dopo l'esterna e le ha lasciato il numero, ma Teresa non lo ha ancora chiamato.

Prima la versione della Questura di Firenze, poi tante testimonianze dei tifosi dell'Atalanta e alla fine un comunicato ufficiale della Curva Nord di Bergamo e la richiesta di indagine amministrativa interna inviata dal deputato Daniele Belotti (Lega) e dalla senatrice Alessandra Gallone al Questore di Firenze dott. Inizia così il comunicato ufficiale scritto dall'Atalanta sul proprio sito web. Mentre questa mattina, i deputati bergamaschi del Pd Elena Carnevali e Maurizio Martina hanno presentato un'interrogazione parlamentare urgente al ministro dell'Interno Matteo Salvini che poco fa ha fatto sapere che sono in corso tutte le verifiche del caso. Le chiedo perciò di appurare e di chiarire con tempestività cos'è effettivamente accaduto. Quanto sia realmente accaduto è raccontato in modo diametralmente opposto dalla Curva Nord e dalle forze dell'ordine. Lamentando abusi immotivati e ferite subite dai manganelli dei poliziotti, gli ultrà hanno invitato chi ne fosse provvisto a mandare video o foto dei momenti di concitazione per documentare quella che, a loro dire, sarebbe stata un'aggressione da parte delle forze dell'ordine, con insulti e minacce, che ha coinvolto anche l'autista di uno dei pullman. Ho però ascoltato alcune testimonianze, che accreditano la ricostruzione.

Comments