La fine di un duello Scudetto che non c'è mai stato

Adjust Comment Print

Le concause sono diverse, riguardano entrambi gli ambienti e di queste, molte sono sotto gli occhi di tutti: proviamo ad analizzarle non senza un pizzico di leggerezza che non guasta mai. Il rosso diretto non è chiaro. "E sono felice di scoprire che anche uno juventino sa cosa è un regolamento". Di sicuro non l'ha toccato, non credo poi che sia un tentativo di fare fallo.

Il Napoli e la piazza del tifo azzurro tra l'altro dovrebbero rappresentare ancora un ottimo strumento per pungolare i nostri, se ricordiamo le famose dichiarazioni con cui Chiellini, al raggiungimento matematico del tricolore, restituì al mittente le provocazioni e l'ironia tagliente della settimana che seguì il gol di Koulibaly, dimostrandoci che in fin dei conti alcune dinamiche spesso catalogate con troppa sufficienza come "discorsi da bar sport" entrano anche negli spogliatoi, diventando propellente importante per le vittorie. Io mi sono anche stufato di scrivere sempre le stesse cose: sarò costretto ad adeguarmi e non parlare più di Var oppure a non commentare più le partite.

Torino - La Juventus mette il sigillo sul campionato e "vede" lo scudetto del 2019.

La Digos smentisce gli ultras dell'Atalanta: "Volevano attaccare i tifosi della Fiorentina"
Uno dei poliziotti intervenuti ha riportato la fattura di un dito, episodio per il quale è stato denunciato un tifoso bergamasco. Quanto sia realmente accaduto è raccontato in modo diametralmente opposto dalla Curva Nord e dalle forze dell'ordine .

Consideriamolo un modo per farci una sana risata. Non cambia il risultato, la Juventus vince una partita complicatissima e vola a più 16 dal Napoli. Quello che non si riesce a definire è come valutare il suo gioco.

Questa invece l'analisi del Napoli attraverso il sito ufficiale: "Al minuto 84' Lorenzo Insigne calcia il rigore che si stampa sul palo".

Comments