Terrorismo: algerino arrestato a Caserta, ha combattuto con l'Isis

Adjust Comment Print

La Polizia di Caserta ha arrestato un cittadino algerino di 45 anni, ricercato in campo internazionale colpito da mandato di cattura emesso dal Tribunale di Constantine in Algeria per partecipazione a organizzazione terroristica.

Lo straniero aveva lasciato l'Algeria nel 2014 per raggiungere la Siria e unirsi alle milizie dello Stato Islamico.

Il fermo è avvenuto dopo lunghe e particolarmente complesse attività investigative svolte dai poliziotti della Digos, coordinati dalla direzione centrale della polizia di prevenzione. L'uomo era ritornato a San Marcellino per poi spostarsi a San Felice a Cancello e infine ad Acerra.

Uomini e donne, terribile lutto per Gemma Galgani: lacrime per l'enorme perdita
Riuscirà Andrea Dal Corso a riconquistare Teresa Langella? "Antonio! Ha una presa. non è tanto morta la sua mano!". Andrea le ha scritto su IG dopo l'esterna e le ha lasciato il numero, ma Teresa non lo ha ancora chiamato.

"Si muoveva di continuo e non frequentava i luoghi soliti di altri immigrati, come le moschee e le stazioni ferroviarie", spiega il capo della Digos della Questura di Caserta, durante la conferenza stampa in cui erano presenti il Capo della Direzione Centrale Polizia di Prevenzione Claudio Galzerano, il dirigente della Digos di Caserta Enzo Vitale, che ha diretto le operazioni di cattura, e il responsabile dell'Ufficio Immigrazione Inguaggiato.

Quello effettuato ieri ad Acerra è il primo arresto 'di returnee' operato in Italia all'indomani della dissoluzione sul terreno dello Stato Islamico.

Mourad Sadaoui era da tempo ricercato. E' quanto avvenuto ieri in località Varignano, quando un algerino -Mourad Sadaoui, di 45 anni - è stato ammanettato al termine di un'accurata attività infoinvestigativa portata avanti dalla Digos di Caserta. Le forze dell'ordine battono palmo a palmo la zona circostante al casolare abbandonato di campagna nei pressi dell'autostrada Roma-Napoli ad Acerra dove è stato trovato l'uomo. "Non diamo tregua ai criminali".

Comments