Nardi e Ballard dispersi, maltempo complica tutto

Adjust Comment Print

Intervistata dal Sunday Times, Stefania Pederiva, che vive nelle Dolomiti italiane, ha dichiarato che "non c'e' piu' speranza".

"Le previsioni meteo sulla zona del Nanga Parbat e del K2 prevedono precipitazioni nevose e nuvole a bassa quota con venti sostenuti per tutta la giornata", per questo "siamo in contatto sia con gli alpinisti al campo base che con il governo pakistano per decidere come procedere" nelle prossime 48 ore con le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard. Sui velivoli c'è la squadra di soccorso guidata dal basco Alex Txikon.

La fine di un duello Scudetto che non c'è mai stato
Il rosso diretto non è chiaro. "E sono felice di scoprire che anche uno juventino sa cosa è un regolamento". Non cambia il risultato, la Juventus vince una partita complicatissima e vola a più 16 dal Napoli .

Dopo il fallimento dell'avvicinamento a piedi tentato ieri da Ali Satpar e da alcuni altri esperti alpinisti locali, l'ultimo ed estremo tentativo di ritrovare l'italiano e l'inglese è infatti affidato ai droni del basco Alex Txikon, capo di una delle due spedizioni invernali ferme al campo base del K2, in attesa dell'assalto alla montagna. Erano intenti a risalire lo Sperone Mummery, tratto nell'ascesa al Nanga Parbat terribile sotto l'aspetto climatico, difficile sotto quello tecnico e soprattutto inviolato.

A causa del maltempo, nelle scorse ore le ricerche sono state interrotte. L'ultima volta che l'ha sentito - ha raccontato - era il 22 febbraio scorso. Ora è questa l'unica possibilità di avvicinare l'inaccessibile sperone Mummery, bersagliato dalle valanghe e dal ghiaccio dei seracchi sovrastanti. Le famiglie di Nardi e Ballard hanno organizzato una raccolta fondi sul sito GoFundMe, che ha già ottenuto oltre 120mila euro di finanziamenti. L'iniziativa per "dare un aiuto alle ricerche" dei due alpinisti è stata ufficialmente riconosciuta dallo staff di Nardi e le somme non utilizzate saranno devolute alle scuole del Pakistan.

Comments