Bce: rialzo tassi a fine 2019

Adjust Comment Print

Ieri inoltre Francoforte ha detto che le nuove Tltro avverranno su base trimestrale a partire da settembre e proseguiranno fino a marzo 2021. Arriva il plauso del direttore della comunicazione del Fondo monetario internazionale, Gerry Rice che ieri, durante il consueto briefing bisettimanale con la stampa, ha lodato la decisione della Banca centrale europea di rimandare il rialzo dei tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale, lasciandoli invariati rispettivamente a zero, allo 0,25% e al -0,40% fino alla fine del 2019. La doppia risposta della Bce testimonia invece quanto l'economia stia rallentando e quanto, nell'ottica della Banca centrale, sia necessario tornare a sostenere l'Eurozona.

La Banca centrale europea ha nuovamente rivisto al ribasso le stime di crescita per l'Eurozona, portando il Pil 2019 a +1,1% da +1,7% stimato a dicembre, che era già stata limato dal +1,8% precedente. "Queste nuove operazioni - sottolinea la Bce - contribuiranno a garantire prestiti bancari a condizioni favorevoli e la regolare trasmissione della politica monetaria".

La situazione dell'economia deve essere piuttosto grave se Mario Draghi, sorprendendo un'altra volta i mercati, rinvia l'uscita di scena della Bce in soccorso della zona euro.

Uomini e Donne, Anticipazioni Trono over di mercoledì 6 marzo
Da quel momento Teresa ha iniziato una conoscenza con Andrea ed infine l'ha scelto, ma lui le ha detto di no. Dopo il rifiuto di quest'ultimo , in tanti attendevano un confronto , che finalmente c'è stato.

ROMA, 7 MARZO- La Bce conferma che i tassi di interesse rimarranno fermi fino alla fine dell'anno. "In una stanza buia non corri, ma ti muovi a piccoli passi", è la metafora usata da Draghi per spiegare le decisioni odierne. Gli attuali Tltro sono biennali e le controparti potranno prendere a prestito fino al 30% dello stock di prestiti idonei alla data del 28 febbraio 2019, a un tasso che sarà indicizzato al tasso di interesse sulle principali operazioni di rifinanziamento per tutta la durata dell'operazione. Significa che ancora non è chiaro se i prestiti saranno mirati verso specifici settori dell'economia, come l'industria dell'auto che in Germania sta arrancando a causa del calo dell'export (trascinando con sé anche la componentistica che altri Paesi, in primis l'Italia, forniscono proprio alle imprese tedesche); o a settori come quello immobiliare, che aiuterebbe l'Olanda dove il settore della real estate versa in difficoltà.

Fra i vari fattori che hanno comportato una forte revisione al ribasso della stima di crescita sul 2019, "uno di questi è certamente l'Italia".

Comments