Conte e l'orrida torta a forma di ponte

Adjust Comment Print

"Ce lo spieghi. Gli ricordiamo che sul ponte vero, non di marzapane, sono morte 43 persone, che la città è in ginocchio per l'interruzione della viabilità creata dal crollo e che, grazie alle bizze e all'incompetenza del suo ministro Toninelli, i lavori per la ricostruzione non sono ancora partiti".

Nell'immagine, Conte si trova insieme all'ad di Fincantieri Giuseppe Bono e al sindaco di Valeggio sul Mincio, Angelo Tosoni.

La polemica derivata dalla foto è stata inevitabile, a questo scatto di pessimo gusto ha prontamente risposto Franco Ravera, portavoce del Comitato Sfollati di via Porro a Genova "Prima il plastico di Toninelli, ora la torta: c'è poco da festeggiare, una scena davvero di cattivo gusto visto che ci sono stati 43 morti, centinaia di persone che hanno perso la casa".

Una torta a forma di ponte per festeggiare la costruzione del primo pezzo che servirà a ricomporre il viadotto crollato a Genova.

Non siamo felici dell'arbitraggio L'episodio nel tunnel? Una sceneggiata
Questi episodi non devono avvenire, noi dirigenti abbiamo una responsabilità nei confronti di tutto il mondo che ci guarda. Infine un particolare auspicio: "Spero che Zapata superi Ronaldo, sarebbe una gran cosa per il gruppo".

Una scenetta che non è passata inosservata alle famiglie delle vittime e agli sfollati per il crollo di Ponte Morandi che non hanno dimenticato il sorriso a 32 denti di Danilo Toninelli che da Bruno Vespa di fronte al plastico del nuovo ponte di Genova si era messo in posa collezionando l'ennesima gaffe.

Indignata è anche Paola Vicini, mamma di Mirko, una delle 43 vittime. A sette mesi dalla tragedia la politica ha dimenticato la sensibilità. Preferisco non commentare, preferirei tacere davanti a cose di così cattivo gusto, si fa solo una figura migliore.

Nel mirino non solo Giuseppe Conte, ma anche Fincantieri rea di aver allestito il tutto durante la cerimonia inaugurale della prima lamiera destinata alla costruzione del nuovo ponte. Dallo staff del Presidente del Consiglio si cerca di sminuire quanto accaduto "Ovviamente quello che si vede riproposto sulla torta non si tratta del ponte Morandi, è invece il ponte nuovo, quello che si sta già ricostruendo e il cui profilo è stato inciso anche sulla prima lamiera dell'impalcato del nuovo viadotto". Qui a qualcuno viene in mente di fare una torta e non c'è uno che pensi che lì sotto ci sono 43 vittime.

L'occasione in cui è stata scattata la foto è l'inaugurazione del nuovo stabilimento Fincantieri Infrastructure, in cui è stata tagliata la prima lamiera per il nuovo ponte sul Polcevera. "Non c'è nessuno". Parole che fanno eco ai tanti commenti piovuti anche su Facebook, che condannano i sorrisi e la scelta - innegabilmente infelice - di riprodurre la silhouette sulla torta. Ogni altra chiave di lettura che si vuole dare alla vicenda risulta totalmente priva di fondamento.

Comments