Cagliari-Fiorentina: muore un tifoso, cori vergognosi dei Viola

Adjust Comment Print

Lo afferma il Codacons, condannando i presunti cori dei tifosi della Fiorentina contro un tifoso rossoblù colto da malore e poi morto, durante la partita con il Cagliari. Nella Curva Sud (dove l'uomo si trovava assieme alla madre e alla sorella) ansia, preoccupazione, dispiacere hanno spento l'entusiasmo per il successo dei rossoblù: nemmeno l'intervento del personale sanitario è servito a evitare la tragedia, né con il massaggio cardiaco né con l'utilizzo del defibrillatore è stato possibile salvare la vita allo spettatore stroncato da un infarto. La tragedia non è passata inosservata perché non c'è stato neppure il tempo di portarlo in ospedale. Sul posto sono arrivati la polizia e i carabinieri. Il viso del giocatore nel maxi schermo, colonna sonora di Ligabue, lungo applauso e cori dei tifosi viola e rossoblù.

Un triste parallelo con Davide Astori nel giorno del ricordo della sua scomparsa proprio tre le due squadre con le quali aveva militato: stesse iniziali del nome, stessa passione per il calcio e stessa morte per problemi cardiaci.

Cagliari, tifoso morto d'infarto allo stadio. Vergognosi cori ultrà Fiorentina:...
Cagliari, tragedia allo stadio: tifoso muore per attacco cardiaco. Le urla dalla curva della Fiorentina: “Devi morire”

"Il calcio é diventato schifoso".

"Era iniziato tutto bene, con i cori per Astori", racconta. Ero felice poi questo gruppo ha iniziato ad offendere i cagliaritani e la città di Cagliari. Si è subito capito che stava succedendo qualcosa di grave sugli spalti dalle corse frenetiche degli operatori del 118. Beh il giovane sardo di 45 anni é morto! "Dopo il minuto di silenzio questo gruppetto si era già fatto notare per alcuni insulti durante la gara", osservano spiegando che hanno saputo della morte di Atzori solo a tarda sera quando è circolata la notizia sui quotidiani on line e sui social.

Manchester City Schalke 04 streaming: dove vederla, no Rojadirecta
Tre minuti dopo è ancora l'argentino a firmare il raddoppio: la squadra di Pep Guardiola domina in ogni parte del campo. Il primo tempo finisce 3-0, con la firma di Leroy Sané , imbucato da una strepitosa palla di Zinchenko .

Comments