Google celebra Bach con il primo Doodle con Intelligenza Articifiale

Adjust Comment Print

Per permettere all'Intelligenza Artificiale di creare armonie ispirate a Bach, sono state analizzate 306 sue composizioni, permettendo al Doodle di imparare a riconoscere i modelli del compositore tedesco e comporre in base ai suo gusti, partendo dalla melodia dell'utente. E', infatti, il primo doodle che il colosso di Mountain View realizza con l'ausilio dell'Intelligenza Artificiale.

Il primo passo nello sviluppo del doodle è stato creare un modello di machine learning per alimentarlo. Il risultato sarà una breve melodia armonizzata secondo lo stile di Bach.

Il doodle è stato realizzato attraverso un processo di Machine Learning, un processo di apprendimento attraverso il quale la macchina impara tutte le risposte possibili rispetto ad una data richiesta.

Scontri Inter-Napoli, condannati cinque ultrà
Due anni e 6 mesi, poi, per gli altri due interisti, Francesco Baj e Simone Tira . A tutti il giudice ha anche comminato un daspo di 8 anni.

Da ormai diversi anni i Doodle Google hanno raggiunto un livello di complessità altissimo: dalle semplici animazioni degli esordi, si è arrivati a complessi loghi interattivi. I suoi corali hanno sempre quattro voci, ciascuna con la propria linea melodica, mentre creano una ricca progressione armonica quando suonate insieme. In Magenta sono specializzati ad aiutare le persone a fare musica e arte utilizzando l'apprendimento automatico o machine learning.

Il doodle avrà una durata di 48 ore dal 21 al 22 marzo.

Johann Sebastian Bach nacque nella piccola città tedesca di Eisenach il 21 marzo del 1685 (sotto il vecchio calendario giuliano). Suo fratello maggiore, anche lui musicista, ha cresciuto il giovane Bach dall'età di 10 anni dopo la morte di suo padre. La reputazione di Bach è aumentata dopo il "Bach revival" del XIX secolo, poiché il mondo della musica ha guadagnato dall'uso innovativo dell'armonia in quattro parti, delle modulazioni di toni e della padronanza del contrappunto. Questo perché, per la prima volta, abbiamo un doodle che sfrutta, seppur in modo basilare, una sorta di software IA per funzionare. Il lavoro di Bach è eredità di molti altri artisti, che vanno dal classico al contemporaneo nel corso dei secoli. Tuttavia, i musicisti non furono gli unici ad essere influenzati dalla musica di Bach.

Comments