Migranti: Salvini, 'nave inserita in traffico esseri umani, giusto sequestro'

Adjust Comment Print

Tutto il resto è strumentalizzazione politica.

La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Che la nave battente bandiera italiana approdasse in un porto italiano era già scritto.

Per tutta risposta il Ministero dell'Interno diretto da Matteo Salvini ha fatto sapere che è in arrivo una direttiva per "stoppare definitivamente le azioni illegali delle ONG".

Intanto "la Commissione segue da vicino gli eventi nel Mediterraneo e ribadisce quanto siano urgenti soluzioni prevedibili per gli sbarchi - ha detto una portavoce della Commissione Ue - e rinnova ancora una volta agli Stati membri l'imperativo umanitario" ma anche "di contribuire ad una rapida risoluzione della situazione". La risposta: "Nessuno sbarco, ora mi aspetto che li arrestino".

Eva Henger: "Alessia Marcuzzi? Fredda, disposta a tutto per il successo"
Con questo caso speravano di ricreare il clamore del canna gate: ormai l'Isola è diventato un programma scandalistico. Con la perdita della credibilità totale di Alessia Marcuzzi penso che la rete valuterà il da farsi.

La nave "Mare Jonio" facente parte della Ong Mediterranea Saving Humans ha salvato circa 49 migranti - di cui 12 sono bambini - al largo delle coste libiche. Il ministro degli Interni non si è comportato con il pugno di ferro come nel caso Diciotti. Ma è come rovesciare la frittata.

"Nessun pericolo di affondamento né rischio di vita (sic!) per le persone a bordo (come documentato da foto), nessun mare in tempesta". Ho dettagli, ho numeri: è certo che questa nave è inserita in un traffico di essere umani. E il vicepremier leghista, che è un politico molto acuto nel capire l'aria che tira, deve averlo compreso, lasciando che la nave approdasse. E' la persona che avrebbe sintomi di una polmonite. Poi si pone un problema di sbarco di migranti.

Quanto al fatto che a salvare quei naufraghi poteva essere la guardia costiera libica, non possiamo fare finta che i centri di detenzione dell'ex regno di Gheddafi siano hotel a quattro stelle. Sono dei veri e propri lager dove è praticata la tortura, la violenza, lo stupro sistematico, lo sciacallaggio, il sequestro di persona a fine estorsivo e via dicendo.

Continua l'odissea dei 49 migranti raccolti ieri sera dalla nave Mare Ionio di Mediterranea, che si è quindi rivolta verso il porto di Lampedusa: la Guardia di Finanza, su ordinanza firmata ieri sera dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, ha intimato l'alt alla nave e non ottenendo obbedienza è salita a bordo. "I migranti salvati in mare vanno fatti sbarcare, curati e rifocillati". Ovvero ha disobbedito alle direttive della guardia costiera libica e ha deciso di prendere a bordo questi migranti. "Mi chiedo però - aggiunge il sindaco di Lampedusa - perché il 6 e 7 marzo scorsi sono entrate in porto due barche senza bandiera, non italiane, e i migranti sono stati prelevati e accompagnati dai carabinieri nel centro di accoglienza". "Io non spengo nessun motore".

Comments