Borse europee aprono in calo su timori recessione

Adjust Comment Print

Lieve aumento dell'oro, che sale a 1.317,1 dollari l'oncia.

Invariato lo spread, che si posiziona a +246 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,45%. In avvio a Francoforte il Dax cede lo 0,41%, a Parigi il Cac40 perde lo 0,92% e a Londra l'indice Ftse100 segna una flessione dello 0,53%.

E' stato un inizio settimana piuttosto complicato quello delle borse, che potrebbe chiudere il mese sotto una luce piuttosto negativa, con i timori di una recessione che sono sempre più probabili, analizzando i dati che sono stati prodotti durante questi ultimi giorni.

(Teleborsa) - Piazza Affari non si sposta dai valori della vigilia, in linea con i principali mercati di Eurolandia, in attesa di nuove indicazioni sulla salute economica globale.

Paventi: "Allenamento Inter, Perisic con Icardi. Spalletti oggi a Roma…"
Apre così l'articolo della Gazzetta dello Sport in merito alla trattativa che potrebbe portare Edin Dzeko all'Inter . Appiano Gentile potrebbe essere la prossima meta nella carriera di Dzeko .

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti alimentare (+2,23%), automotive (+1,39%) e utility (+0,59%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Juventus (+1,79%), Leonardo (+1,48%), Diasorin (+1,30%) e Mediobanca (+1,10%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Fincantieri, che ha chiuso a -3,87%. In fondo al listino le banche con Unicredit (-1,8%), Bper (-1,7%) e Banco Bpm (-1,2%).

Brilla Campari, con un forte incremento (+2,54%) grazie alla promozione di Goldman Sachs. I più forti ribassi, invece, si verificano su Biesse, che continua la seduta con -2,81%. Vendite su Pirelli, che registra un ribasso dell'1,48%. La produzione industriale misura la variazione, al netto dell'inflazione, della produzione manufatturiera, delle miniere e dei servizi.

Comments