Roma, De Rossi stringe i denti. Ma il futuro è un'incognita

Adjust Comment Print

La Roma ha allenatore a interim (Ranieri), d.s. a tempo (Massara), record mondiale di infortuni stagionali (41), molti giocatori da vendere o che non vedono l'ora di andarsene e un presidente dall'altra parte dell'Oceano che domenica sera ha chiesto di "tirare fuori le palle" come un Rozzi o un Anconetani, peraltro maestri del calcio di provincia. "Se se la sente di continuare, ci metteremo seduti e decideremo". "Comunque sono cose che succedono a tutti, ma la lite ha avuto risalto perché è capitata in un momento particolare". Conosce la piazza, l'ambiente, quando ha preso la squadra in corsa ha sempre fatto bene. Ne ho già parlato con chi di dovere, ma questo non è il momento adatto.

Precipita ultraleggero, muore ex campione di mountain bike e slittino
Lavorava come vigile del fuoco al comando di Aosta , lascia una compagna e due figli. Sulle cause dell'incidente sono in corso gli accertamenti del caso.

Le parole dopo la SPAL? Eppure Baldini - che sotto la gestione Sensi era decisamente più presente - non è mai stato convinto del suo ruolo come si legge in un'intervista del 2011 rilasciata a La Repubblica: "A lungo ho sperato che gli americani non mi prendessero". C'è la Roma in primis e la zona Champions è quella che ci può dare un forte contributo e una spinta per il prossimo anno. "Il consiglio che posso dare è vivere questa avventura al 100% secondo dopo secondo, io ormai ho quasi 36 anni e ancora ricordo perfettamente ogni minuto dei miei primi tornei che facevo nelle giovanili con la Roma e parlo di 22 anni fa". Infine un giudizio su Zaniolo: "È un giocatore molto importante per la Roma, affronteremo la questione relativa al suo rinnovo e insieme decideremo per la soluzione migliore. Anche se è giovane, sa prendersi le sue responsabilità".

Comments