FCA inaugura oggi l’Heritage HUB, ambiente sospeso tra passato e futuro

Adjust Comment Print

Ovviamente il "Museo" sarà aperto al pubblico in via permanente.

Heritage Hub nasce, quindi, in un edificio evocativo ed evoluto, dove interazione e connettività restituiscono uno sguardo attuale alla storia gloriosa di Fiat, di Lancia, di Abarth, i marchi più strettamente legati al territorio torinese, e di Alfa Romeo. All'interno del nuovo Heritage Hub di FCA è possibile vedere anche tutti i vari servizi e prodotti del gruppo e l'esclusiva vetrina di "Reloaded by creators", il progetto che certifica e consente di dare nuova vita alle vetture storiche. L'area centrale dello spazio accoglie otto mostre tematiche, ciascuna delle quali ospita otto vetture di epoche e marchi diversi. Un secolo di storia in sessantaquattro automobili, apparentemente lontane tra loro per tipologia, età e marchio, ma capaci di rappresentare concretamente il tema dell'area di appartenenza, secondo un criterio espositivo innovativo.

Inaugurato oggi l'Heritage HUB, lo spazio fluido e creativo che ospita il dipartimento FCA Heritage.

"Prima dell'apertura ufficiale al pubblico - ha concluso Gentile - ci sarà un'anteprima dedicata alla citta' in occasione di Archivissima 2019, il festival nazionale degli archivi". C'è una zona dedicata a Fiat, un'altra a Lancia, altre ancora ai veicoli che hanno scritto la storia delle Case italiane (Archistars, Concepts and "fuoriserie", Eco and sustainable, Epic journeys, Records and races, Small and safe, Style marks e The rally era).

Sposa l'idea di auto funzionali e produttive. Nell'isola tematica sono quindi riuniti esempi diversi: dalle Fiat 130 Familiare e Panda Rock Moretti (entrambe appartenute ad esponenti della famiglia Agnelli) che prevedono allestimenti particolari sulla base di vetture di normale produzione con inedite estensioni delle modalità d'uso, all'Abarth 2400 Coupé Alemanno di Carlo Abarth, sino alle preziose Lancia Astura Farina e Flaminia Coupé Loraymo.

Roma, De Rossi stringe i denti. Ma il futuro è un'incognita
Conosce la piazza, l'ambiente, quando ha preso la squadra in corsa ha sempre fatto bene. Ne ho già parlato con chi di dovere, ma questo non è il momento adatto.

Presenti la X1/23 del 1974, l'Ecobasic del 1999...

L'auto è vista come evasione, avventura, desiderio di conoscenza.

Vettura veloci, propulsori moderni e prestazioni: in quest'area figurano auto come la Fiat S61, la 12 HP Alfa Sport, la Lancia D50 da Formula 1, la Lancia Beta Montecarlo Turbo e la LC2.

Fiat Campagnola A.R. 51, Fiat 1100 E, Fiat 124S, Fiat 131 Abarth Diesel, Lancia Delta HF Integrale Gruppo A, 500 Overland del 2008.

Obiettivo sicurezza: Lancia Augusta del 1933, Fiat City Taxi, ESV 1500, ESV 2000.

Comments