Caos libico, Haftar alle porte di Tripoli

Adjust Comment Print

Damiano afferma che i lavoratori italiani in Libia sono in ogni caso un numero ridotto. Entrambe le parti in conflitto hanno infatti dichiarato di averne il controllo.

Sabato le forze pro Tripoli hanno condotto almeno un raid aereo contro una postazione dell'esercito di Haftar, una cinquantina di chilometri a sud di Tripoli, nella regione di Al-Aziziya, e i pro Haftar hanno promesso che risponderanno. Un video con il lancio di "missili Grad" è stato diffuso con un tweet dall'emittente Libya Alahrar Tv. "In realtà all'interno della formazione c'è una spaccatura tra chi è incline ad Haftar e chi mantiene la sua lealtà a Fayez al Sarraj", spiegano fonti informate.

Ulteriori elementi di tensione in un Paese nel caos, dove le forze di Haftar hanno annunciato la disposizione di una no-fly zone nell'area occidentale attorno alla città dove, nel frattempo, si continua a combattere.

Napoli, Insigne in panchina col Genoa: obiettivo essere pronto per l’Arsenal
Finché starò qui darò il 110 per cento, ma ho 28 anni: è possibile che arrivi un'offerta irrinunciabile . A me il mercato sembra di nuovo impazzito ed eventualmente il prezzo lo fa il campo.

Le Nazioni Unite hanno rivolto alle truppe di Haftar un appello per fermare la loro avanzata militare su Tripoli, in seguito alle preoccupazioni derivanti dall'escalation nel Paese. Il Gna gode dell'appoggio di diverse milizie fra cui quelle di Misurata che si sono schierate apertamente a sostegno del premier sotto assedio, per respingere l'offensiva. Una valutazione rafforzata dal fatto che Misurata ha annunciato una sorta di arrocco, spostando milizie verso la capitale messa in "stato d'emergenza massima" con allerta anche per l'Aviazione. Sul terreno, la Bbc riferisce di scontri in tre aree vicino alla periferia di Tripoli. "Un contingente di forze statunitensi si sono temporaneamente trasferite dalla Libia in risposta alle condizioni di sicurezza - si legge sul profilo Twitter del Comando -". La Russia, che con l'Egitto sostiene Haftar, ha invitato entrambe le forze a trovare un accordo per evitare l'intervento di potenze straniere (Bbc).

Per il momento però la marcia del suo Esercito nazionale libico verso Tripoli sembra avere ottenuto il risultato politico di ricompattare Francia e Italia a suo svantaggio, e anche dal punto di vista militare il successo dell'operazione non appare scontato. Ieri sera il premier libico riconosciuto, Fayez al Sarraj, ha accusato pubblicamente il generale Haftar di tradimento: "Abbiamo steso le nostre mani verso la pace, ma dopo l'aggressione da parte delle forze di Haftar e la sua dichiarazione di guerra contro le nostre città e la nostra capitale non troverà nient'altro che forza e fermezza". Mogherini, oggi al Consiglio Ue affari esteri a Lussemburgo, ha fatto sapere di aver parlato questa mattina con il rappresentante speciale dell'Onu Ghassam Salamé e ha aggiunto, che la crisi libica anche se non era formalmente in agenda, sarà trattata dai ministri dei 28 durante la riunione.

Comments