Serie A, nessuna prova televisiva per Mandzukic. Otto squalificati

Adjust Comment Print

Il difensore della Juventus ha voluto spegnere le polemiche dopo le sue dichiarazioni nel post-gara. Il rigore non concesso per il mani netto di Alex Sandro è senz'altro l'obiettivo che più fa rabbia ai rossoneri, ma Leonardo ha parlato in modo critico di un atteggiamento da parte dell'arbitro Fabbri che va al di là del rigore sopracitato.

Il tutto però è stato decretato come non violento dal Giudice Sportivo, come confermato dalla nota ufficiale pubblicata sul sito della Lega: "Considerato che nel caso di specie il gesto non assume con certezza i connotati della condotta violenta, il giudice delibera di non adottare provvedimento disciplinare nei confronti del calciatore Mario Mandzukic".

Oggi nel rock: addio a Kurt Cobain
Oltre ad avere talento per il disegno, è anche portato per la recitazione nonché, ma non c'è bisogno di dirlo, per la musica. Cobain era morto già da tre giorni, con nel sangue una massiccia dose di eroina e di Valium.

Oggi il giudice sportivo deciderà se squalificare o meno Mario Mandzukic dopo il calcio rifilato ad Alessio Romagnoli in Juve-Milan, gesto sfuggito sia all'arbitro che, evidentemente, al Var. La Gazzetta dello Sport spiega: "Un intervento per cui il Procuratore federale chiede la squalifica del croato attraverso l'uso della prova tv". Nell'occasione il croato, in assenza di Chiellini, era anche il capitano della Juventus e di certo non ha dato il buon esempio ai compagni. Intanto una delegazione del Milan (Gattuso e proprio il capitano Romagnoli) incontrerà e si confronterà tra poco con Rizzoli per avere dei chiarimenti.

Comments