Ilaria D'Amico: "I tifosi dell'Ajax hanno avuto un approccio partenopeo"

Adjust Comment Print

La giornalista ha parlato di "approccio partenopeo" per descrivere il disturbo causato dai tifosi dell'Ajax. A cominciare dall'assessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, che sul suo profilo Facebook ha pubblicato un post. In queste ore, la D'Amico si è difesa. "Non ne comprendo la ragione, ma questo non cambia di certo né l'amore e il rispetto che ho per il Napoli e per la sua città, né il totale dissenso su questo modo di usare i social network", aggiunge la conduttrice tv. "Nonostante questo, qualcuno non perde occasione per attaccare".

"Mi spiace, ma la D'Amico è recidiva, non è la prima volta che accade", ha detto ai microfoni di Radio Goal, programma in onda su Radio Kiss Kiss Napoli, che è la radio ufficiale del Calcio Napoli, "A Sky ci sono almeno quindici giornaliste più brave e preparate di lei". Dunque ha chiarito cosa intendesse con l'espressione "approccio partenopeo".

Candreva "pagherà la retta della mensa" della bambina del Veronese
Il sindaco Andrea Girardi ha sostenuto che il problema era stato risolto "ben prima che diventasse di pubblico dominio". Una scatoletta di tonno e alcuni cracker sono il pasto della bambina che frequenta le elementari di Minerbe .

La vigilia della partita è stata caratterizzata sia dalla tensione sportiva (si è trattato di una partita molto sentita in Olanda), sia da vere e propri scontri tra tifoserie, che hanno portato al fermo di circa 120 tifosi bianconeri che si stavano recando allo stadio con del materiale non proprio adatto alla visione di una partita. In riferimento a quello, e solo a quello, ho pensato alla notte di Capodanno, all'immagine che abbiamo della festa con i fuochi nella città partenopea. Quando poi a insultare sono esponenti politici locali l'amarezza si trasforma in indignazione' - lo riporta Gazzetta.

Comments