La cattedrale di Notre Dame in fiamme

Adjust Comment Print

Così il ministro dell'Interno, Christophe Castaner in un tweet esprimendo il proprio "sostegno" e la sua solidarietà con i vigili del fuoco parigini "mobilitati per salvare il nostro patrimonio comune, nel cuore di Parigi".

Davanti, oltre il cordone delle forze dell'ordine, cittadini in lacrime nel vedere uno dei simboli della Ville Lumiere consumarsi lentamente. Lo riferiscono testimoni sul posto e si vede dalle immagini che stanno facendo il giro del mondo. I pompieri di Parigi stanno provando a domare le fiamme. "Si lavora in stretta collaborazione" con la Diocesi di Parigi.

"Un terribile incendio è in corso alla Cattedrale di Notre-Dame di Parigi". Il presidente Emmanuel Macron ha rinviato l'intervento di stasera in tv in cui avrebbe dovuto annunciare attese riforme. Poco prima delle 20 la guglia è crollata, a seguire anche il tetto.

30 marzo 2018- Fedeli nella cattedrale di Notre Dame durante la Via Crucis del Venerdì Santo
Sputnik. M. Yurchenko La cattedrale di Notre Dame in una

Secondo un inserviente della cattedrale l'incendio sarebbe iniziato dopo le diciotto. Sul posto sono già crollate parte delle impalcature che servivano per i lavori. L'intera area è stata evacuata. Non è ancora chiaro perché l'incendio si sia sviluppato: la rete televisiva France 2 dice che la polizia sta trattando l'incendio come un incidente.

Episodio commentato anche dagli Stati Uniti con il presidente Trump che attraverso i social ha detto la sua la vicenda: "E' terribile guardare l'incendio a Notre Dame". Forse gli aerei anti-incendio potrebbero essere utilizzati per spegnerlo. Un pensiero per tutti i cattolici e per tutti i francesi.

"Fiamme sviluppate dall'alto, alimentate probabilmente dalla copertura lignea del tetto: una situazione difficilissima per i nostri colleghi che ora potranno solo contenere i danni evitando la diffusione del rogo". Ogni anno 12 milioni di visitatori visitano la cattedrale. Fu costruita dall'anno 1163 al 1344.

Libia, allarme dell’Onu: Tripoli nel caos, ci sono già 16mila sfollati
Lunedì vedrà Conte e ha appuntamenti alla Farnesina (forze anche con Matteo Salvini , ma ancora non è definitivo l'appuntamento). Si chiudano i porti a clandestini e terroristi e si spediscano un buona volta i profughi di guerra a chi questa guerra ha voluto.

Comments