Scontri in Irlanda del Nord: muore una giornalista

Adjust Comment Print

Alta tensione in Irlanda del Nord.

Si ribalta un bus a Madeira, "almeno 28 morti"
La protezione civile lusitana ha precisato che il conducente ha perso il controllo del veicolo in prossimità di una curva. La vita si concentra per lo più nel capoluogo, Funchal , dove vive la maggior parte dei 300.000 abitanti dell'isola.

Torna ad esplodere la violenza in Irlanda del Nord: una giornalista 29enne è stata uccisa stanotte a colpi di arma da fuoco a Londonderry in quel che la polizia considera un "episodio terroristico". Secondo le prime informazioni, la reporter - che si trovava sul posto per seguire i disordini - sarebbe stata colpita da colpi d'arma da fuoco. Lyra è stata uccisa la scorsa notte, a (London) Derry, a 29 anni, da un colpo di pistola partito da un dissidente repubblicano della "New Ira" nel quartiere ultra-repubblicano di Creggan durante alcuni scontri con la polizia, poco dietro quello di Bogside famigerato per la strage del Bloody Sunday del 1972. Il caso, come già detto, viene trattato come "attentato terroristico" ed è stata "aperta un'inchiesta sull'omicidio". Sui social sono diventate virali le foto di un'auto e un furgone in fiamme, con una folla incappucciata che lancia sassi e bombe carta contro i veicoli della polizia. "Ero in piedi accanto a questa giovane donna quando è caduta accanto a una Land Rover della polizia stasera". La violenza crea solo vittime, è tutto ciò che ha sempre fatto.

Comments