Google liberalizza su Android la scelta di browser e motore di ricerca

Adjust Comment Print

Ad annunciare il cambiamento legato alla decisione della Commissione Europea è la stessa Google, all'interno di una nota ufficiale che spiega come gli utenti Android in Europa visualizzeranno presto "nuove schermate che danno l'opzione di scaricare app di ricerca e browser". Si pensi ad esempio a chi lascia usare lo smartphone o il tablet a un bambino piccolo, senza inavvertitamente disattivare la connessione online.

Non appena arriverà sui dispositivi degli utenti Android un prossimo aggiornamento del Play Store, non appena si tenterà di avviare l'applicazione si vedranno comparire, in sequenza, le seguenti schermate.

I browser e i motori di ricerca visualizzati saranno inclusi in base alla loro popolarità e inseriti in ordine casuale.

Google: in Ue mostrerà una scelta di browser e ricerca
Android: al primo avvio sceglieremo motore di ricerca e browser

Da lì gli utenti potranno installarle e abilitarle come vogliono e, in seguito, una schermata separata verrà mostrata per aiutare i più inesperti a configurare le icone delle app, i widget, o a impostare i diversi browser o motori di ricerca come predefiniti. La sostanza è che si ridurrà il rischio di favoritismi.

In maniera del tutto simile al famoso "ballot screen" che compariva su Windows qualche anno fa, Android mostrerà al primo accesso al Play Store due nuove schermate, in cui saranno elencati una serie di browser alternativi a Chrome ed una serie di motori di ricerca alternativi a Google fra cui l'utente può scegliere. L'Antitrust, infatti, comminò a Google una multa di 4,34 miliardi di euro accusandola di abuso di posizione dominante nel settore mobile.

Vero, anche se molti consumatori, soprattutto quelli meno esperti, non andavano oltre le soluzioni di default, di fatto utilizzando Chrome e Google in quanto già installati e pronti all'uso. È questa la nuova funzione di Android in Europa che Google ha lanciato per conformarsi alle criticità evidenziate della Commissione europea negli ultimi anni.

Scontri in Irlanda del Nord: muore una giornalista
Il caso, come già detto, viene trattato come " attentato terroristico " ed è stata "aperta un'inchiesta sull'omicidio". La violenza crea solo vittime, è tutto ciò che ha sempre fatto .

Comments