Filippine, il terremoto fa oscillare i grattacieli di Manila

Adjust Comment Print

Lo riporta l'Istituto geofisico americano.

Un bilancio ancora provvisorio, perché i soccorritori dicono che potrebbero esserci diverse persone sepolte sotto le macerie. Due edifici sono crollati.

Reddito, due assegni su tre sopra i 300 euro
Solo il 7 per cento di chi ha ottenuto il reddito di cittadinanza ha avuto tra 40 e 50 euro . Meno servizi, più privilegi per pochi.

L'oscillazione dei grattacieli è stata così marcata che dalle piscine delle suite dei piani più alti si sono svuotate letteralmente: l'acqua si è riversata sui fianchi dei grattacieli come vere e proprie cascate ad ogni ondulazione della struttura: impressionante il video diffuso sui social network. Qui sono rimaste uccise un'anziana donna e la nipote, spiegano i media locali. Tre cadaveri sono stati estratti dalle macerie a Porac, mentre un bambino e la nonna sono morti in un crollo a Lubao, ha riferito il governatore della provincia di Lilia Pineda alla tv ABS-CBN. Il potente sisma ha creato smottamenti, ha danneggiato una chiesa barocca del Seicento a Lubao e ha bloccato le ferrovie dell'isola di Luzon. La scossa ha causato un blackout che ostacola i soccorsi. Ma la paura fra i filippini è molta e accompagna costantemente un arcipelago che sorge esattamente sull'Anello di fuoco, quella faglia tettonica che circonda l'Oceano Pacifico, unendo in cerchio del terrore il Giappone con la California, l'Indonesia col Cile.

Comments