Lourdes, uomo armato si barrica in casa con degli ostaggi

Adjust Comment Print

Sarebbe una vicenda di carattere privato, e non legata a terrorismo, l'episodio di Lourdes, dove un ex militare, si è barricato armato in una casa con almeno due ostaggi, che sarebbero la sua ex compagna e la figlia.

Pamela Prati racconta tutta la verità: "Non esiste nessun Mark"
Mi sono rivolta ad un avvocato notissimo perché sono situazioni in cui bisogna intervenire legalmente ". Purtroppo - aggiunge - certe persone gioiscono più della tua infelicità che della tua gioia .

Secondo i media locali, l'uomo, sulla cinquantina, si è arreso e non ha opposto resistenza, dopo aver sparato diversi colpi verso l'esterno con un fucile a pompa. Sul posto sono intervenute le forze speciali dell'antiterrorismo Raid che hanno realizzato un perimetro di sicurezza attorno all'abitazione invitando il vicinato a rimanere in casa. Dopo circa sei ore di trattative che hanno coinvolto il reparto speciale del Raid di Tolosa, intorno alle 17.00 dei testimoni hanno udito una forte esplosione, segno che le teste di cuoio avevano deciso di fare irruzione all'interno dell'edificio di rue Mozart, vicino alla stazione ferroviaria di Lourdes. Il procuratore Pierre Aurignac ha confermato tale circostanza. Uno di questi, l'ex compagna del 50enne, è rimasta ferita: sarebbe stata colpita da un colpo sparato dall'uomo. L'uomo, difinito da Hautes-Pyrenees come una persona "squilibrata" mentale, sarebbe già noto alle autorità per essere stato denunciato più volte proprio dalla moglie per le violenze domestiche subite.

Comments