Italia fuori dalla recessione: +0,2% il Pil nel primo trimestre

Adjust Comment Print

La produzione industriale è rimbalzata con una crescita dell'1,4 per cento e l'espansione delle costruzioni è migliorata all'1,8 per cento.

Il +0,2% congiunturale stimato fa uscire l'Italia dalla recessione tecnica in cui era entrata con il -0,1% fatto registrare nel terzo e quarto trimestre dello scorso anno. La Spagna si conferma in forte crescita con un +0,7%, il ritmo più veloce in cinque trimestri consecutivi, superiore alle attese e in aumento rispetto al +0,6% del trimestre precedente. Certo, si tratta della stima preliminare dell'istituto centrale di statistica guidato da Mario Blangiardo, in valori concatenati con anno di riferimento 2010 e corretta per gli effetti di calendario e destagionalizzato.

Nel primo trimestre dell'anno il Pil italiano (corretto per giorni lavorativi) è cresciuto dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti.

La crescita del Pil italiano nel I° trimestre del 2019 è pari a +0,2 per cento. "Andiamo avanti come un treno verso il cambiamento", ha commentato immediatamente il vicepremier Luigi Di Maio, in trasferta a Tunisi per un bilaterale economico.

Sicilia, elezioni comunali: affluenza in calo, Caltanissetta -4%
Alle urne gli abitanti di Brolo , Condrò, Forza D'Agrò, Leni, Longi, Mandanaci, Oliveri, Rometta, Spadafora, Tortorici . Alle 19 nei 34 Comuni siciliani chiamati alle urne ha votato mediamente il 45 per cento degli aventi diritto.

Il primo trimestre del 2019, specifica l'Istat, ha avuto una giornata lavorativa in meno rispetto al trimestre precedente e due giornate lavorative in meno rispetto al primo trimestre del 2018.

L'ISTAT ne diffonde una variazione percentuale congiunturale, calcolata rispetto al trimestre precedente, e una tendenziale, calcolata cioè rispetto all'anno precedente.

"La variazione congiunturale del Pil, la più elevata dall'ultimo trimestre 2017, è la sintesi - ha concluso l'Istat - di incrementi del valore aggiunto sia nel comparto dell'agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell'industria, sia in quello dei servizi". Dal lato della domanda, il contributo è stato negativo per la componente nazionale (al lordo delle scorte) e positivo per la componente estera netta.

Comments